Questo sito contribuisce alla audience di

Una proposta della Provincia in occasione del Salone del Gusto

In viaggio... a tavola: alla scoperta del territorio torinese con "paniere e contorni"

Soggiorni di tre giorni nel Pinerolese, in Alta

Valle di Susa, nella pianura del Po e nel Canavese

 

Scoprire un mondo di sapori, la gente e la terra che li esprimono: l’opportunità ai visitatori del Salone del Gusto 2006 la offre la Provincia di Torino, con l’iniziativa “Paniere e contorni”.

Si tratta di quattro itinerari, pensati per far vivere ai turisti enogastronomici un’esperienza completa e diretta sul territorio provinciale. Lo scopo è quello di far conoscere ed apprezzare la rete di produttori e trasformatori dei prodotti tipici agroalimentari appartenenti al “Paniere”, visitando i luoghi in cui lavorano.

Ospiti in strutture agrituristiche o Bed & Breakfast, poco distanti da Torino, i turisti potranno avere un contatto diretto con coloro che investono tempo e denaro sui prodotti del territorio e credono nello sviluppo locale. Potranno assaporare i piatti della tradizione locale, nelle stesse strutture agrituristiche o nei ristoranti che hanno una forte attenzione verso le ricette e le materie prime locali.

 

LE PROPOSTE
 
Il Pinerolese e le valli valdesi: Saras del Fèn e Mustardela
Le Valli valdesi (Pellice, Germanasca e Bassa Val Chisone) si trovano nel Piemonte occidentale, ad ovest di Pinerolo e sono da secoli caratterizzate dalla presenza da una minoranza fiera della propria autonomia religiosa e culturale. L’opportunità offerta è quella di partecipare, domenica 29 ottobre, alla Fiera d’la Calà a Bobbio Pellice, che festeggia la discesa delle mandrie dagli alpeggi. Nell’occasione saranno presenti i produttori di mustardela e Saras del Fèn che illustreranno e faranno degustare i loro prodotti. La proposta prevede un soggiorno di tre giorni e due notti (da venerdì 27 a domenica 29 ottobre) in un agriturismo a pochi Km da Torino, la cena in ristorante, il pranzo del sabato all’interno del Salone del Gusto presso il ristorante del Paniere. La quota individuale di partecipazione è di 160 Euro.

 

La pianura del Po: il Peperone di Carmagnola, la Menta di Pancalieri e la Tinca gobba dorata del Pianalto di Poirino

A pochi chilometri da Torino, verso sud, si apre la vasta pianura del Po, terra feconda e ricca di tradizioni dove poter conoscere direttamente le produzioni e i produttori. L’itinerario comprende: Carmagnola, città che merita il titolo di capitale piemontese del peperone, importante ingrediente di ricette tradizionali e creative; Poirino, posta al centro di un vasto altopiano disseminato di laghetti di origine naturale, con le sue peschiere in cui si alleva la pregiata varietà di Tinca gobba dorata; Pancalieri, alla scoperta del pregiato olio esenziale della menta piperita coltivata in loco. La proposta prevede un soggiorno di tre giorni e due notti (da venerdì 27 a domenica 29 ottobre) in un agriturismo a pochi Km da Torino, la cena in agriturismo o ristorante tipico, il pranzo all’interno del Salone del Gusto presso il ristorante del Paniere, le visite alle aziende. La quota individuale di partecipazione è di 160 Euro.

 
L’Alta Valle di Susa: il Vino del ghiaccio
Le montagne Olimpiche racchiudono molte sorprese: oltre ad essere la “montagna di casa” degli sciatori e degli escursionisti torinesi, vantano tesori storico-culturali di grande pregio ed eccellenti prodotti agroalimentari. L’occasione di questo itinerario è unica: un brindisi con il San Sebastiano, il “Vino del ghiaccio”, ottenuto da una vendemmia in purezza delle uve del vitigno autoctono Avanà, raccolte a gennaio con temperature molto basse. Un gioiello delle produzioni vitivinicole di nicchia di montagna; dove la migliore tradizione si unisce all’innovazione. La proposta prevede un soggiorno di tre giorni e due notti (da venerdì 27 a domenica 29 ottobre) in un agriturismo, la cena in agriturismo, il pranzo all’interno del Salone del Gusto presso il ristorante del Paniere, la visita ai vigneti e la degustazione del vino del ghiaccio. La quota individuale di partecipazione è di 160 Euro.

 
Il Canavese: L’Erbaluce di Caluso e il Salampatata
Il Canavese è l’area Nord Occidentale della provincia di Torino. Tra dolci colline, boschi e castelli, si snoda un percorso del gusto alla scoperta della produzione vitivinicola locale: l’Erbaluce di Caluso e il suo Passito. Abbinato ai vini un salume molto saporito come il salampatata. La proposta prevede un soggiorno di tre giorni e due notti (da venerdì 27 a domenica 29 ottobre) in un B&B, la cena in un ristorante della tradizione canavesana, il pranzo all’interno del Salone del Gusto presso il ristorante del Paniere, la visita ad una passitaia. La quota individuale di partecipazione è di 160 Euro.

 

Per informazioni

Telefono 0172-717574; sito Internet www.perturismo.com; e-mail booking@perturismo.com. Su richiesta sono possibili anche proposte di due giorni e una notte.

 

Sul sito Internet www.provincia.torino.it tutte le iniziative della Provincia di Torino al Salone del Gusto 2006, alla pagina

www.provincia.torino.it/agrimont/eventi_iniziative/2006/SaloneGusto2006