Questo sito contribuisce alla audience di

Ora il Vigneto Friuli parte in tour

Un Vinitaly ricco di segnali positivi per l'enologia regionale con oltre 2500 contatti

Ha destato molto interesse il nuovo stand del Friuli Venezia Giulia (400 metri quadrati, su due piani) presentato a Verona in occasione dell’edizione annuale del Vinitaly appena conclusa. Unanime l’apprezzamento dei produttori, degli assessori Enzo Marsilio ed Enrico Bertossi, del presidente del consiglio regionale Alessandro Tesini e anche del ministro Paolo De Castro che ha visitato il nostro spazio espositivo e ha incontrato i vignaioli. Ha funzionato molto bene la sinergia operativa costituitasi tra Federdoc Fvg e Turismo Fvg che, in abbinata ai vini, presentava le bellezze e le opportunità turistiche del territorio regionale.

Per scelta concordata e condivisa, le degustazioni non erano libere, ma potevano essere fatte solo con accredito. In questo modo, si è potuto avviare contatti puntuali con le oltre 1.800 persone che hanno utilizzato il banco d’assaggio istituzionale. Ai 17 laboratori (che hanno registrato sempre il tutto esaurito), dove durante i cinque giorni di svolgimento del Salone si presentavano i vini regionali abbinati ai prodotti tipici, si sono registrati 600 contatti (due laboratori sono stati organizzati soltanto per i bayer stranieri). Le degustazioni erano guidate con competenza dal direttore di Federdoc Fvg, Michele Bertolami, da Bepi Pucciarelli di Turismo Fvg e da alcuni giornalisti specializzati (Antonio Paolini, Aurora Endrici, Ian Domenico D’Agata, Fabrizio Penna, Richard Baudains, Claudio Fabbro).

Come era prevedibile, l’attenzione si è concentrata sui vini bianchi coinvolgendo, in primis, il Tocai (la cui qualità raggiunta dai nostri produttori è ormai fuori discussione) e, tra i rossi, sul Refosco dal peduncolo rosso.

Con la stessa formula espositiva, ora, il Vigneto Friuli parte per il suo tour promozionale internazionale. Il 23 e il 24 aprile i nostri vini saranno presentati a Monaco e a Stoccarda (12 le aziende che proporranno le loro bottiglie migliori accanto al banco d’assaggio istituzionale di Federdoc Fvg), poi toccherà a Londra al Wine & Spirit Fair (il 22, 23 e 24 maggio) e, successivamente, a Bordeaux (dal 17 al 21 giugno), con la presenza all’importante fiera biennale Vinexpò.

Link correlati