Questo sito contribuisce alla audience di

IX Fiera enologica 2007 di Taurasi (Avellino)

Ricchissimo il programma di degustazioni. Ogni sera banco assaggi presso il Castello. Quattro gli appuntamenti guidati. Il giornalista Luciano Pignataro metterà a confronto il rosso più prestigioso del Sud Italia con i grandi del Veneto. E per la prima volta “DiVini Sbarbatelli”, laboratorio per ragazzi curato dall’Ais

La IX Fiera Enologica di Taurasi è soprattutto una vetrina prestigiosa per le produzioni vitivinicole della provincia di Avellino. L’Irpinia, terra di vino, può vantare sulla presenza di tre Docg, unica provincia del Mezzogiorno a godere di questo importante riconoscimento. Proprio per questo la Pro loco di Taurasi, presieduta da Antonio Tranfaglia, ha ideato un programma ricco di degustazioni che daranno la possibilità ai tanti visitatori di conoscere il patrimonio enologico dell’Irpinia e non solo.

Da sabato 11 agosto e fino a mercoledì 15 agosto, ogni sera, a partire dalle ore 21, presso il Castello di Taurasi, degustazioni libere e banco assaggi con oltre cento etichette. E’ questa l’occasione per accostarsi al firmamento dell’enologia della provincia di Avellino.

Hanno deciso di partecipare all’evento dell’estate 2007 le più blasonate cantine irpine. Al banco assaggi, infatti, sarà possibile degustare i vini di: Aminea (Castelvetere sul Calore), Antica Hirpinia (Taurasi), Caggiano Alessandro (Taurasi), Luciano Barrasso (Taurasi), Latorella (Taurasi), Cardinale (Taurasi), Cavalier Pepe (Luogosano), Guastaferro Angelo (Taurasi), Tenuta Ponte (Luogosano), Russo Ermanno (Taurasi), Antico Borgo (Taurasi), Guerriero (Taurasi), Campi Taurasini (Taurasi), Cantina Castel dei Franci (Castelfranci), Colli di Castelfranci (Castelfranci), Cantina De Monaci (Santa Paolina), Antonio Caggiano (Taurasi), Cantine Casparriello (Taurasi), Cantine Elmi (Montemarano), Cantine Manimurci (Montemarano), Cantine Terre Irpine (Sturno), Clelia Romano (Lapio), Colli Irpini (Montefusco), Contrade di Taurasi (Taurasi), Di Prisco (Fontanarosa), Feudi San Gregorio (Sorbo Serpico), La Vinicola (Taurasi), I Capitani (Torre Le Nocelle), I Casali (Sturno), Mier Vini (Taurasi), Nicola Romano (Taurasi), Paterno (Paternopoli), Piano d’Angelo (Taurasi), Pietracupa (Montefredane), Sella delle Spine (Taurasi), Terredora (Montefusco), Vigna Ville (Taurasi), Villa Raiano (Serino).

Numerose anche le degustazioni guidate che si terranno sempre presso il Castello di Taurasi, nella sala Carlo Gesualdo.

Si inizia domenica 12 agosto, con inizio alle ore 22, con “Il Taurasi Docg e i grandi vini del Veneto”. La degustazione sarà condotta dal noto giornalista enogastronomico Luciano Pignataro. (Prenotazione obbligatoria. Tel: 348/7956651 – 338/5234241). Il Veneto, per la nona edizione della Fiera Enologica, è la regione ospite che troverà il suo punto espositivo nello Spazio Go Wine, sempre nei locali del castello.

Per lunedì, 13 agosto, invece, due gli appuntamenti da non perdere. Si inizia alle ore 19.30, presso la sala San Carlo Borromeo del Castello. Ci sarà il laboratorio per ragazzi “Divini Sbarbatelli” a cura dell’Associazione Italiana Sommelier. Alle ore 20.30, sempre a cura dell’Ais, la degustazione guidata dedicata al Taurasi Docg (prenotazione obbligatoria. Tel: 333/4042501).

Il laboratorio per ragazzi “Divini Sbarbatelli” continuerà la sua attività anche il 14 ed il 15 agosto, sempre con inizio alle ore 19.30, presso la sala San Carlo Borromeo del Castello di Taurasi.

Per il 14 agosto, invece, con inizio alle ore 20.30, degustazione guidata dall’Ais dedicata ai vini bianchi d’Irpinia (prenotazione obbligatoria. Tel: 333/4042501).

Per il 15 agosto, invece, degustazione conclusiva, con inizio alle ore 20.30, presso la sala Carlo Borromeo del Castello, dedicata agli spumanti (prenotazione obbligatoria. Tel: 333/4042501).

Lo spazio dedicato agli assaggi e alla degustazione si completa grazie alla presenza di Slow Food, Go Wine, Anag e Terre Antiche del Nocciolo.