Questo sito contribuisce alla audience di

Anteprima Bellavista Vittorio Moretti 2001

Il debutto di questo vintage avverrà il 7 dicembre 2007, quando alla “Prima” della Scala di Milano il sovrintendente Stéphane Lissner brinderà con i vini dell’azienda che lui stesso ha scelto come unico “partner e fornitore ufficiale” del grande teatro.

Si terrà a Milano, presso il Four Seasons, l’anteprima di degustazione di uno dei pochi vini italiani che ha messo d’accordo nella valutazione tutte le guide 2008, aggiudicandosi, tra gli altri riconoscimenti, i “Tre Bicchieri” del Gambero Rosso-Slow Food che lo ha definito “ in assoluto tra i vini migliori assaggiati quest’anno”. Il “Vittorio Moretti 2001” è la speciale cuvée che l’azienda Bellavista di Vittorio Moretti presenterà a Milano stappando le prime bottiglie con i clienti storici, quelli che da sempre riconoscono a Bellavista uno stile inconfondibile che unisce eleganza, gusto e carattere territoriale. Di questa azienda Robert Parker, guru della critica mondiale, ha scritto: “l’unica in Italia che può tenere testa ai più raffinati Champagne”. Dal 2004 ad oggi, Stéphane Lissner, un francese, ha scelto Bellavista come “partner e fornitore ufficiale” del Teatro alla Scala e con i vini Bellavista si brinda ogni anno all’apertura della stagione teatrale.

Il “Bellavista Vittorio Moretti 2001” porta il nome dell’imprenditore che ha fondato nel 1977 questa cantina con l’obiettivo di portare alla massima espressione la potenzialità di un territorio, la Franciacorta, riconosciuto per la vocazionalità alla produzione di bollicine di pregio. A lui e al suo impegno imprenditoriale si deve la crescita qualitativa di questo marchio che l’enologo Mattia Vezzola ha portato alle massime vette di eccellenza aggiudicandosi quest’anno il riconoscimento di “Enologo dell’anno” da parte della guida Gambero Rosso Slow Food 2008. “La vendemmia 2001, caratterizzata da un perfetto equilibrio, ci ha regalato una grande chance: esaltare in cantina, attraverso un lavoro artigianale in cui ogni minimo dettaglio è realizzato dalla mano dell’uomo, i tratti che ci hanno permesso sino ad ora di essere riconosciuti e apprezzati nel mondo. Accanto alla tipicità del territorio,questo vino ha espresso finezza, eleganza e grande carattere”.

Il Bellavista Vittorio Moretti 2001 è il risultato di una selezione delle vigne con le migliori esposizioni; la fermentazione avviene in pièces, il tiraggio con l’antico metodo del tappo in sughero, il rémuage e la sboccatura alla mano. Gesti antichi per ritrovare gusti dimenticati nel tempo.

Riconoscimenti da parte delle guide al “Bellavista Franciacorta Vittorio Moretti 2001”:

“Tre Bicchieri”, I Vini d’Italia 2008 (Gambero Rosso – Slow Food)

“Cinque grappoli”, Duemilavini 2008 (Ais Bibenda)

“Cinque Bottiglie”, I Vini d’eccellenza 2008 (Espresso)

“Tre Stelle”, I Vini di Veronelli 2008( Veronelli editore )

“Cinque Sfere”, Cucina e Vini

SCHEDA DI DEGUSTAZIONE

Vendemmia 2001: Annata caratterizzata da temperature equilibrate fino alla fioritura e alla formazione dei grappoli. Precipitazioni ben distribuite in primavera e in estate. Queste condizioni hanno consentito la formazioni di grappoli ben formati e spargoli. Tarda primavera e lunga estate con scarsità di precipitazioni e temperature in leggero aumento hanno consentito una piena maturazione, evidenziata da un perfetto equilibrio tra zuccheri e acidità. La prima produzione d’eccellenza del nuovo millennio.

Colore chiaro, vivo, luminoso con riflessi verde oro. Perlage e spuma abbondante nei filamenti di perle; bollicine sottili che salgono lente; corona di spessore, intera quasi cremosa, continua e persistente. Olfatto elegante, avvolgente, suadente, diretto, veloce ed immediato di frutta bianca matura, pesca, miele, e fiori di agrumi. Gusto in perfetta sintonia olfattiva, ampio di freschezza ed intensità. Gusto leggero di piccola frutta a bacca rossa e sapidità di mare. Voluminosità soffice e significativamente presente. Armonica, determinata acidità, che allunga il gusto, persistente senza compromessi. Il piacere di una annata perfetta.

Invecchiato nella sua energia piena, che esprime un carattere austero e suadente.

Uve: 59% Chardonnay, 41 % Pinot nero.

Argomenti

Link correlati