Questo sito contribuisce alla audience di

Slow Food a Verona

Anche per il 2008 Slow Food rinnova l’appuntamento con Verona capitale del vino. Da giovedì 3 a lunedì 7 aprile presentazioni di libri, incontri, laboratori e degustazioni all’insegna della convivialità che da sempre contraddistingue le attività dell’associazione della chiocciola

Due sono gli appuntamenti da non perdere:

Sabato 5 alle 14,30 presso Ca’ Scapin a Santa Maria di Zevio (Vr), sarà presentato il nuovo libro di Nicolas Joly, Il vino biodinamico, territorio, gusto e qualità, pubblicato da Slow Food Editore. All’incontro interverranno, oltre all’autore, Carlo Petrini, Presidente di Slow Food e Gianluca Gargano, Presidente di Velier. A questo salone di degustazione partecipano 50 produttori aderenti alla Renaissance des AOC e al movimento Triple A.
Nel libro Nicolas Joly, viticoltore biodinamico e ispiratore di Renaissance, traccia una demarcazione netta tra i vini “costruiti in cantina”, per rimediare a una viticoltura chimica e industrializzata, e i vini “autentici” prodotti dalla vite in una rinnovata armonia con la Terra. Joly introduce il lettore alla biodinamica, un approccio che implica da parte dell’uomo rispetto, consapevolezza e senso di appartenenza al sistema vivente. Non più conquistatore-distruttore ma, come suggerisce Joly, gratificato e ben ripagato nature assistant.

Alla 42esima edizione del Vinitaly, salone internazionale del vino e dei distillati, a Veronafiere dal 3 al 7 aprile, Slow Food presenta nel proprio spazio (Pad. 9, Stand E4-F4) un ricco programma di incontri e degustazioni per promuovere la cultura di cibo e vino che soddisfano il palato, rispettano l’ambiente e il lavoro di chi li produce.

In evidenza domenica 6 alle 11 la presentazione del progetto La mobilità internazionale del lavoro attraverso tirocini e formazione in aziende vitivinicole del Piemonte, a cura di Slow Food e Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Alla conferenza stampa parteciperanno tra gli altri Cesare Damiano, Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, Mercedes Bresso, Presidente Regione Piemonte, Raffaele Costa, Presidente Provincia di Cuneo, Silvio Barbero, Segretario Nazionale Slow Food. (Si veda invito in allegato)
La prima esperienza attivata nell’ambito del progetto da Regione Piemonte e Provincia di Cuneo, su invito e in collaborazione con il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, sarà avviata tra pochi giorni: trenta lavoratori rumeni svolgeranno un tirocinio di 4 mesi in altrettante aziende vitivinicole individuate con la collaborazione del Consorzio del Barolo e Barbaresco e delle principali associazioni agricole. L’iniziativa, il cui obiettivo è fornire ai tirocinanti nuove competenze in campo vitivinicolo, è realizzata grazie all’assistenza tecnica di Italia Lavoro e con il coinvolgimento di Enaip (Ente Nazionale Acli Istruzione Professionale) e Slow Food Italia.

Tutti i giorni, inoltre, a Vinitaly sarà possibile partecipare a degustazioni, Laboratori del Gusto e appuntamenti con le Osterie d’Italia: un’ampia panoramica di vini e ricette del territorio dal Piemonte alla Puglia, dalla Toscana al Trentino, dall’Abruzzo al Veneto e al Lazio.

Su www.slowfood.it il programma completo

Argomenti

Link correlati