Questo sito contribuisce alla audience di

Il Chianti Classico a Vinitaly 2008

Il Consorzio Vino Chianti Classico arriva a Vinitaly 2008 con numeri davvero interessanti: in soli 8 anni il valore fondiario dei suoi vigneti è aumentato del 50%, la stessa percentuale è relativa alle vigne reimpiantate dal 95’ a oggi. Queste e altre novità nello stand del Consorzio, dove le 144 aziende presenti metteranno in degustazione 267 etichette di Chianti Classico tra annata e riserva.

Se il patrimonio naturale e paesaggistico del Chianti rimane invariato negli anni, il tempo che scorre dalle parti del Gallo Nero lo si percepisce più facilmente dai numeri. Numeri che registrano nel giro di poche annate variazioni davvero importanti. Basta infatti guardare alla media delle quotazioni di acquisto per un ettaro di terreno vitato dall’inizio del nuovo millennio per percepire quanto il Chianti Classico e il suo intero terroir stiano crescendo: se il valore medio di un ettaro vitato nel 2000 era di 200 milioni di lire c.a., oggi la stessa superficie ha raggiunto un valore medio di 160.000 euro c.a.

Questi dati si affiancano a quelli diffusi poche settimane fa, relativi ai reimpianti dei vigneti del Chianti Classico negli ultimi anni: dal 1995 ad oggi, infatti, sono stati rinnovati oltre il 50% degli ettari dedicati alla produzione del Chianti Classico per una media di investimento di circa 260.000.000 di euro.

E’ con queste cifre che il Consorzio Vino Chianti Classico si presenta a Vinitaly 2008, sulle ali dell’entusiasmo che ha accompagnato le degustazioni delle ultime annate di Chianti Classico nel recente incontro con stampa e trade di tutto il mondo durante i giorni della Chianti Classico Collection, svoltasi a Firenze nel febbraio scorso. In questa occasione i maggiori esperti del settore hanno espresso giudizi più che positivi per le annate 2005 e 2006 e per le anteprime 2007 del “Classico”, a testimonianza della serietà e della passione che muove quotidianamente il lavoro delle aziende chiantigiane verso un vino di qualità, che trova nel Sangiovese la sua naturale consacrazione.

Così lo stand del Gallo Nero (Pad.8, stand D-2, D-3, D-4) si candida anche quest’anno ad essere uno dei protagonisti della fiera veronese, con le sue 144 aziende presenti con l’annata 2006, le Riserve 2005 e i vini recentemente immessi nel mercato, per un totale di circa 267 etichette di Chianti Classico. Il padiglione di degustazione, come ogni anno, sarà aperto ai rappresentanti della stampa e del trade, esclusivamente su prenotazione.

Nei 400 mq ca. del “quartier generale” del Gallo Nero sarà anche possibile navigare in anteprima nelle pagine del nuovo portale ufficiale del Chianti Classico, www.chiantclassico.com, che verrà ufficialmente inaugurato a seguito della fiera veronese.

Un motivo in più per visitare lo stand del Gallo nero a Vinitaly, dove sarà possibile testare la qualità dei vini Chianti Classico degli ultimi anni e scoprire tutte le novità dal mondo del Gallo Nero.

Link correlati