Questo sito contribuisce alla audience di

Casa Ilaria e Enrique Martìnez López,

Enrique Martìnez López, vincitore del concorso “Cocina Creativa Gusti – Negrini”, incontra Ilaria De Fidio, padrona di casa del bed & breakfast Casa Ilaria, per imparare tutti i segreti delle lasagne

Casa Ilaria, bed & breakfast situato nel centro di Bologna, è stata la location in cui lunedì 23 giugno il noto chef spagnolo Enrique Martìnez López ha incontrato la tradizione italiana per apprendere dalla padrona di casa, Ilaria, l’arte della preparazione delle lasagne. La particolare iniziativa è rientrata nel tour gastronomico con il quale lo chef è stato premiato dopo essersi aggiudicato con voto unanime della giuria il primo premio del Concorso “Cocina Creativa Gusti-Negrini” – svoltosi nell’ambito della manifestazione Madridfusión – con la sua “Nube de Parmigiano”.

Il tour gastronomico della durata di una settimana si è articolato in diverse tappe, fra mercati, aziende alimentari e ristoranti, lungo tutta la penisola italiana. Obiettivo del concorso – giunto con successo alla sua seconda edizione – è infatti quello di promuovere la conoscenza dei prodotti italiani che fanno della nostra cucina una delle più apprezzate di tutto il mondo, grazie soprattutto all’eccellenza delle materie prime e ai loro sapori autentici.

Casa Ilaria è stata quindi scelta come una delle tappe di questo significativo tour alla scoperta delle meraviglie della cucina italiana. Del resto Ilaria, sfoglina diplomata e ottima cuoca, è solita organizzare corsi di cucina, italiana ed emiliana, per tutti i curiosi, ospiti o meno del suo bed & breakfast.

Un amore per il buon cibo che si riflette anche nelle proposte di tour enogastronomici in alcuni dei punti più significativi del territorio italiano: dai caseifici del Parmigiano Reggiano al prosciuttificio di Langhirano, in provincia di Parma, per concludere con una visita alle famose acetaie o alla città di Parma. Inoltre, Ilaria propone anche un tour di acquisti guidati al mercato, insegnando ai propri ospiti a scegliere gli ingredienti migliori, ma soprattutto segnalando loro i “posti giusti” dove farlo, così da far loro degustare e toccare con mano le vere specialità del territorio.