Questo sito contribuisce alla audience di

Cioccolato e vino?

Un connubio intrigante che si ritrova sempre più spesso nelle praline al vino create dai Maestri Cioccolatieri italiani. Siamo in ottobre, tempo di vendemmia, e abbinare queste due riconosciute[...]

Un connubio intrigante che si ritrova sempre più spesso nelle praline al vino create dai Maestri Cioccolatieri italiani.

Siamo in ottobre, tempo di vendemmia, e abbinare queste due riconosciute eccellenze del made in Italy sembra essere diventata un’abitudine sempre più diffusa per provare esperienze sensoriali uniche e innovative.
L’abbinamento è intrigante, ma non facile, in particolare per la complessità di un alimento come il cioccolato, caratterizzato da una forte persistenza ed aromaticità che, per di più, variano in maniera notevole in base alla percentuale di cacao utilizzato e alla provenienza dello stesso.
E’ per questo motivo che la sommellerie tradizionale ha sempre preferito l’abbinamento del cioccolato con distillati dal gusto caldo e corposo, come Rum, Brandy o Cognac. Ma i tempi stanno cambiando e gli abbinamenti tra vino e cioccolato non sono più consigliati solo dai sommelier più creativi: certo, i vini che si possono sposare perfettamente con il cioccolato non sono numerosi, ma saper scegliere le giuste etichette per l’abbinamento perfetto con una determinata tipologia di cioccolato può generare un’esperienza unica.

Con un cioccolato al 50-55% di cacao, ad esempio, suggerisce Monica Meschini esperta internazionale in food & beverage e chocolate tasting, si possono abbinare ottimamente vini come il Banyuls, il vino Amarascato o il Sauternes, mentre con cioccolato al 70-75% l’abbinamento ideale è con Rum invecchiati o grappe, meglio monovitigno se abbiamo un cioccolato monorigine, ma da provare anche l’abbinamento con un vino chinato o con muffe nobili.
A prescindere dall’abbinamento scelto, in ogni caso, l’importante è che vino e cioccolato siano rigorosamente di alta qualità.