Questo sito contribuisce alla audience di

La selezione del sindaco 2010

Il Concorso enologico delle Citta' del vino si trasferisce in Puglia

logo selezione sindaco A Brindisi dal 21 al 23 maggio avra’ luogo “La Selezione del Sindaco 2010”, il Concorso enologico internazionale delle Città del Vino, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, l’unica rassegna vitivinicola in Italia riservata ai vini Docg, Doc e Igt il cui quantitativo di produzione è compreso tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, presentati in gara dall’azienda che produce il vino e dal comune in cui sono localizzati i vigneti.

L’Istituto Agrario Pantelli di Ostuni sarà la prestigiosa sede e il luogo dell’archiviazione dei campioni dei vini dell’edizione n. 9 de “La Selezione del Sindaco” (le iscrizioni sono aperte fino all’11 maggio 2010; info: www.selezionedelsindaco.it), e la “prova generale” di assaggio al Castello di Terra della Marina di Brindisi - in collaborazione con la Regione Puglia, la Provincia, il Comune e la CCIAA di Brindisi - vedrà protagonisti anche gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Sandro Pertini” di Brindisi, insieme alle commissioni di degustazione, composte da oltre 70 giudici, tra enologi, enotecnici, assaggiatori, sommelier e giornalisti del settore di livello internazionale. Al termine delle selezioni, una degustazione aperta, sullo sfondo della Piazza d’Armi del Castello di Terra della Marina, permetterà a tutti gli eno-appassionati di assaggiare la piccola produzione di qualità protagonista del concorso, con i consigli diretti dei produttori, italiani ed internazionali.

E, proprio in Puglia, l’edizione 2010 del concorso firmato Città del Vino - promosso in collaborazione con Recevin-Rete Europea delle Città del Vino e con il patrocinio scientifico dell’O.I.V.-Organisation Internazionale de la Vigne e du Vin - si presenterà ricca di novità: sempre più vicino agli eno-appassionati, consumatori attenti alla qualità dei vini al giusto prezzo, grazie all’ingresso nel Comitato tecnico scientifico del concorso di Federconsumatori; lo sguardo alle nuove generazioni di professionisti del vino, con il coinvolgimento degli studenti nelle diverse fasi del concorso, dalla selezione dei campioni alla valutazione finale; l’attenzione alla vitivicoltura biologica perché, in contemporanea con la “Selezione del Sindaco”, è di scena anche “Biodivino”, il concorso internazionale delle Città del Bio, dedicato ai vini derivanti da uve prodotte da agricoltura biologica; l’apertura ai Paesi Extra Ue, come la Cina, con i vini di Qinhuangdao, prima Città del Vino cinese, protagonisti di un vero e proprio “scambio enologico” con le Città del Vino italiane ed europee.