Questo sito contribuisce alla audience di

In California si festeggia la 288 GTO

I raduni Ferrari sono sempre affascinanti. In California a Monterey si sta preparando un Ferragosto rovente, di passione per le rosse. L’edizione 2009 del concorso Pebble Beach, il più importante[...]


I raduni Ferrari sono sempre affascinanti. In California a Monterey si sta preparando un Ferragosto rovente, di passione per le rosse. L’edizione 2009 del concorso Pebble Beach, il più importante concorso automobilistico d’auto d’epoca sul continente americano, quest’anno offre l’occasione di radunare tutte le Ferrari 288 GTO. In occasione del 25° anniversario l’organizzatore, il signor Joe Sackey sta radunando tutti i possessori; per chi in Italia fosse interessato può contattarlo al sito www.joesackey.com.

Nata nel 1984, la 288 GTO (gran turismo omologata) rievoca lo straordinario successo della berlinetta, che nei primi anni sessanta si aggiudicò tre titoli mondiali nella categoria GT. La casa di Maranello prese la decisione di realizzare una vettura estrema prendendo spunto da una 308 GTB Speciale allestita da Pininfarina nel 1977 alla quale si diede un carattere decisamente più aggressivo e muscoloso. Sette anni dopo da quel progetto nacque la 288 GTO. Caratterizzata da spoiler anteriore sotto la calandra, che ospita le luci; la linea della fiancata è ora più nervosa anche se ugualmente elegante, per l’introduzione di grandi passaruota che devono ospitare pneumatici da 255/55 VR 16 davanti e 265/55 VR 16 dietro.

Il motore è un 8 cilindri a V di 90° di 2.8 litri, alimentato da un sistema a iniezione elettronica Weber con due turbocompressori IHI, capace di erogare 400 cv a 7000 giri. Le prestazioni per l’epoca, accelerazione da 0-100 km/h in 4,9 secondi e un velocità max di 305 km/h la relegano direttamente fra le Ferrari più veloci di sempre. La GTO restò in produzione fino al 1985 per un totale di 272 esemplari. Alla fine degli anni Ottanta raggiunse cifre record presso le principali case d’asta e ancora oggi rimane una delle più quotate vetture del Cavallino.

F 288 GTO

Le categorie della guida