Questo sito contribuisce alla audience di

Arrotate le unghie!

Come vengono usate e perchè il nostro amico prende di mira la nostra casa...

Pensate ad un gatto: vi viene spontaneo immaginarvelo senza unghie? Penso proprio di no!
Qualsiasi felino, infatti, fa un grande affidamento su questo importante strumento per cacciare, arrampicarsi sugli alberi e difendersi
da altri predatori o eventuali minacce.

Spesso si pensa che il gatto domestico, soprattutto quelli che vivono soltanto in appartamento, non abbiano bisogno dei loro artigli,
ma questo non è del tutto vero. Tra i polpastrelli delle dita ci sono diverse ghiandole che emettono un odore impercettibile per il
nostro naso ma avvertito dai gatti e che li informa sull’ampiezza del territorio degli altri mici, del loro sesso, stato di salute e molto
altro: il gatto, insomma, non si arrota le unghie solo per accorciarle, ma anche per delimitare le sue proprietà (tra cui evidentemente
rientrano anche le nostre poltrone, divani e letti imbottiti, sigh!)

Vi consiglio dunque di predisporre un supporto su cui il gatto possa “farsi le unghie” senza essere sgridato; potreste utilizzare
un tiragraffi apposito venduto in qualsiasi negozio di animali in corda e stoffa o più economico cartone oppure servirvi
di un ceppo proveniente da un vecchio tronco d’albero.

In ogni caso cercare di non tagliare le unghie al vostro gatto: diversi studi dimostrano come l’animale possa sentirsi in un certo senso menomato
e offeso dall’iniziativa. Se invece avete proprio deciso per il taglio, andate dal vostro veterinario perchè un intervento
inesperto potrebbe far sanguinare l’unghia e causare forte dolore; cercate però di effetturalo solo su gatti
esclusivamente casalinghi poichè un gatto senza artigli non potrà difendersi o arrampicarsi per sfuggire ai pericoli del mondo esterno.

Ultimi interventi

Vedi tutti