Questo sito contribuisce alla audience di

Sterilizzare la propria gatta?

La nostra micia va sterilizzata oppure no?

Cominciamo con un dato di fatto: il cosiddetto periodo degli amori avviene due volte l’anno, di più se la gatta non resta gravida e, se pensiamo a quanto può essere lunga la vita di una micia d’appartamento (anche vent’anni o più!) e che in media dà alla luce quattro micetti per parto, possiamo capire come sistemarli
ogni volta presso amici e parenti possa essere un’impresa a dir poco impossibile… senza nemmeno considerare “soluzioni” barbare e impraticabili per ogni amante dei gatti come l’abbandono o l’uccisione dei nuovi nati e la sofferenza della madre!

La sterilizzazione di una gatta diventa perciò fondamentale, e non abbiate paura di andare contro natura operandola: sarà più tranquilla, affettuosa e non incorrerà in patologie serie e mortali come il tumore alle ovaie.

La sterilizzazione della gatta è IRREVERSIBILE se si sceglie l’asportazione delle ovaie (o anche dell’utero, in casi più gravi a discrezione del veterinario) oppure la legatura delle tube, che non permette che l’ovulo fecondato raggiunga l’utero e dia l’avvio alla gravidanza; con il primo metodo la gatta non andrà in calore, mentre con la legatura delle tube sì ma non resterà più incinta.

In ogni caso la scelta più saggia resta quella di parlarne con il proprio veterinario, che potrà anche consigliarvi la terapia farmacologica REVERSIBILE se desiderate che la micia abbia dei cuccioli in futuro, tenendo conto però che questi medicinali alla lunga possono dare problemi di salute alla vostra micia.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Geeno

    17 Nov 2008 - 10:25 - #1
    0 punti
    Up Down

    Si.

Ultimi interventi

Vedi tutti