Questo sito contribuisce alla audience di

Il regolamento del vero motociclista da Bar

Il "Vero motociclista da Bar" e' colui che, pur possedendo una moto non la utilizza, e quando lo fa' cerca di farlo per il minor tempo possibile.

Dal sito Spidiland.it

Il “Vero motociclista da Bar” ha altre cose per la testa che vengono prima della moto, nell’ordine di importanza le prime 3 sono:
a- Le donne,
b- La birra (o il vino),
c- Il cibo.
Se il “Vero motociclista da Bar” organizza un motoraduno deve poi presentarsi rigorosamente in macchina. La proporzione dei Km percorsi in macchina/moto deve sempre assolutamente essere superiore a 20/1.

Nel caso in cui il “Vero motociclista da Bar” fosse un accanito frequentatore di piste, deve presentarsi col carrello o col furgone, ed in caso di troppa gente o condizioni meteo dubbie non scaricare nemmeno la moto ma andare direttamente a cercare un buon ristorante.

Nel drammatico caso in cui il “Vero motociclista da Bar” si trovasse in pista e ci fossero tutte le condizioni per girare, deve andare molto molto piano in circuito, e deve altresi’ essere in pole position all’apertura del Bar che solitamente c’e’ nel paddock.

Quando il “Vero motociclista da Bar” e’ un appassionato di Enduro deve sfoggiare la moto sempre linda e pulita onde dimostrare che lui il fuoristrada non l’ha mai fatto e mai lo fara’.

Il “Vero motociclista da Bar” deve schifare e boicottare tutti i motociclisti che fanno piu’ di 20mila Km all’anno.

Il “Vero motociclista da Bar” si dimostra tale quando i gommisti non lo ricordano nemmeno per sentito dire.

E’ regola d’oro per il “Vero motociclista da Bar” aver bisogno di fare il tagliando solo quando l’olio raggiunge la data di scadenza.

Il “Vero motociclista da Bar” che aspiri a vincere l’annuale premio “Shuri-Bar” deve fare il pieno ogni 6 mesi.

Il mito per il “Vero motociclista da Bar” e’ cambiare per usura almeno 3 cavalletti laterali nell’arco di 5 anni.

Il “Vero motociclista da Bar” deve possedere una moto potente e modernissima che va’ ben al di la’ delle sue limitate capacita’ di guida onde avere la fama di uno che va’ forte.

Il “Vero motociclista da Bar” deve saper ordinare una birra media guardando negli occhi il Barman.
Naturalmente per continuare vi basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi