Questo sito contribuisce alla audience di

Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta

Nessuno sembra averci capito granchè della "qualità" pirsighiana ma in LC c'è gente in gamba riflettiamoci un pò...

Dal sito LuogoComune.net

Poche novità offre la filosofia negli ultimi decenni e sempre più raramente emergono figure capaci di attirare l’attenzione per la loro peculiare attività d’indagine; ma, forse, occorre fare un’eccezione per il caso di Robert Pirsig che, attraverso due volumi divulgati sotto l’apparente genere narrativo, propone un’autentica riflessione filosofica.

Nel 1974 il suddetto autore, ex professore di retorica in un college di Bozeman e buon conoscitore del pensiero e della cultura orientali, riesce a pubblicare il primo dei due volumi, dall’originale titolo Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta, testo che, riportando la cronaca di un lungo viaggio in motocicletta attraverso gli Stati Uniti D’America (da Minneapolis a San Francisco, passando per il Montana, l’Oregon e la California), in realtà illustra una personale ricognizione del protagonista intorno al concetto di “qualità”, spunto che dà il via alla fondazione di un’intera metafisica sull’indagine conoscitiva.

Contestualmente scandaglia la personalità dello stesso protagonista, sotto cui si cela l’autore, e ripercorre alcuni momenti salienti della sua vita giustificanti la propensione al pensiero speculativo. Fondamentale risulta l’esperienza dell’insegnamento, come pure quella di un ricovero in un ospedale psichiatrico a seguito di una sfibrante elucubrazione sui temi a lui tanto a cuore. Il viaggio, dunque, è anche la ricerca di una personalità perduta, quella di Fedro (nome emblematico usato dall’autore prima della sua malattia mentale), della quale sono andati perduti tutti i pensieri, gli studi e le ricerche intorno al concetto di qualità. Pirsig ora, attraverso flash-back, ricordi e percorsi logici cerca di recuperare tutto il materiale intellettivo di Fedro, come un archeologo rinviene i resti di una struttura appartenente ad un’antica civiltà: attraverso questi reperti deve ricostruire quello che era…”

Per continuare, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi