Questo sito contribuisce alla audience di

Riassemblaggio frizione della Yamaha XT 550

Per tutti coloro che vogliono mettere mano alle parti meccaniche della mitica XT 550

Dal sito XT Yamaha 550
 
Si toglie innanzitutto la piastra salvamotore, fissata con due bulloni alla trave del telaio e con due nella parte inferiore.

Si smonta quindi il gruppo pedana-pedale del freno; per smontare il gruppo si deve anche staccare la molla che collega il pedale del freno all’interruttore della luce di stop, e l’asta di comando del freno stesso. Dopo aver tolto il gruppo pedana si toglie la pedivella della messa in moto, si svita la vite di fissaggio dell’interruttore della luce di stop e si scosta l’interruttore lasciandolo appeso al suo collegamento elettrico.
 
Si stacca infine dalla testata il cavo del decompressore, che deve rimanere attaccato al carter della frizione, svitando la vite a brugola che trattiene il fermo e staccando il cavo dalla leva sulla testata.
A questo punto, dopo avere svuotato completamente il motore dall’olio, si può smontare il carter della frizione svitando le 10 viti a brugola che lo fissano più le due viti superiori del coperchio del filtro olio.
 
Il mio meccanico invece di svuotare l’olio motore ha adagiato la moto sul fianco sinistro (ndM nota di Michele).
 
E’ possibile che il carter si sia incollato alla guarnizione di tenuta, il sistema migliore per staccarlo è assestare opportuni colpetti con un martello di gomma. Se non avete una nuova a disposizione, fate attenzione a non romprere la frizione(ndM).
Se si lascia il coperchio del filtro olio fissato con la brugola inferiore, questo ed il filtro stesso rimangono attaccati al carter della frizione…”
 
Per continuare, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi