Questo sito contribuisce alla audience di

Cuore Grande - 5^ parte del viaggio: Lettonia, Polonia e il ritorno a casa

L’importante è sentirsi liberi! Continua il viaggio in moto: Lettonia, Polonia e il ritorno a casa

motociclista in viaggio
Cuore Grande: in moto per aiutare i bambini di Kiev!

Dal Salento alla Russia

In moto per portare dei piccoli doni ai bambini di alcuni orfanotrofi in Ucraina e poi continuare per la raggiungere la capitale della grande Russia, Mosca,l’Anello d’oro, e San Pietroburgo, la “Venezia del Nord”, e rientrare in Occidente attraverso le Repubbliche Baltiche e la Polonia.

Lettonia, Polonia e il ritorno a casa

Trascorro circa 2 ore per superare la frontiera ed entrare finalmente in Estonia. Sono di nuovo in “Europa Occidentale”.

Il paesaggio cambia. Sembra di essere in un tipico Paese Scandinavo. C’è stata da queste parti una forte influenza della Finlandia e Svezia. Tanto verde, ordine, asfalto perfetto, indicazioni stradali complete ed affidabili. E’ un piacere guidare anche se fa freddino. Arrivo a Tallin a pomeriggio e visito la cittadina.

Il giorno seguente decido di ripartire e raggiungere Riga, la capitale della Lettonia tanto famosa per le sue “bellezze”! Mi fermo in un ostello della gioventù, il primo classificato in Europa per quanto riguarda l’ospitalità. La moto, dopo quasi 8.000 chilometri, ha bisogno di una controllatina generale, soprattutto alla catena, così vado a trovare un centro assistenza Honda.
La capitale lettone è veramente graziosa. Monumenti, chiese, locali….il tutto accompagnato da gente cordiale e buona organizzazione.

So che il viaggio volge al termine. Lascio in mattinata la Lettonia e guido tutto il giorno su strade statali. Il tempo varia nel pomeriggio e cala un pochino di freddo. Attraverso la Lituania senza fermarmi e arrivo nella capitale polacca, Varsavia, dove mi fermo per la notte.

Un altro giorno a bordo della mia due ruote su strade statali polacche. Nel pomeriggio arrivo a Legnica, a pochi chilometri dal confine con la Germania. Di sera passeggio nei boschi vicino al villaggio. Il cielo è chiaro, si vedono le stelle, si alza un leggero venticello che mi fa venire i brividi. Il pensiero corre veloce, vola verso casa. A migliaia di chilometri ci sono i miei cari, la mia ragazza, i miei amici che mi aspettano. Io sono in viaggio, ad incontrare nuove persone, parlare con loro, vivere emozioni.

Il semplice passeggiare per la campagna polacca, nelle vicinanze di un tipico villaggio formato da poche decine di case con i tetti spioventi, i cancelli arruginiti, le tendine bianche alle finestre, mi rende un uomo libero e felice.

Vedo il chiarore delle stelle specchiarsi in un laghetto artificiale nascosto da una alta vegetazione. Torno a casa dei miei amici e continuo la serata davanti ad un bicchiere di vodka russa regalata per la loro ospitalità e una sigaretta polacca. Qualche parola in russo, qualcosa in polacco, qualcosa in italiano ed ecco avviarsi una bella chiaccherata.

La luce filtra dalla finestra del tetto ed io apro gli occhi. Avevo dimenticato dove mi trovassi. Ogni giorno mi alzo in un letto diverso, in un posto diverso, in un Paese diverso…
Son passati 22 giorni dalla mia partenza. Sono ancora lontano dall’Italia così decido di guidare senza più fermarmi. Trascorro tutta la giornata a bordo della moto sulle autostrade tedesche. Cala il buio e sono ancora in Germania. Proseguo in direzione Austria. E’ notte, fa freddo, ma sono ancora in compagnia della mia due ruote.

Guido in autostrada austriaca in mezzo alle montagne. Mi fermo a riposare un’oretta in una stazione di servizio seduto a terra appoggiato ad un bauletto rigido laterale della moto. Sono troppo stanco, gli occhi mi si chiudono durante la guida e per tenermi sveglio devo aprire la visiera del casco. Entra un’aria così fredda che non posso prendere sono!
Nel pomeriggio arrivo a Pisa. Il mio viaggio non è terminato, mi aspettano ancora 1.000 km per raggiungere il mio tanto amato Salento!

Un lampeggio a tutti…. Alla prossima avventura!

< --- Ritorna alla 4^ parte del viaggio

— > Consigli utili per il viaggio in moto