Questo sito contribuisce alla audience di

La storia dell'azienda motociclistica Buell

Una storia che sta per finire quella della Buell. L’America e il mondo tutto perderanno quelle che possono essere definite adattamenti e rivisitazioni sportive dell’anima motociclistica[...]

stroria buell
Una storia che sta per finire quella della Buell. L’America e il mondo tutto perderanno quelle che possono essere definite adattamenti e rivisitazioni sportive dell’anima motociclistica americana. Il tutto grazie al cuore delle moto Harley-Davidson cioè il classico motore bicilindrico.

Dal 1983, anno della creazione della moto da corsa RW750, una quattro cilindro due tempi che diede inizio a tutto ciò che avvenne dopo, Erik Buell passò a utilizzare il due cilindri Harley come motore portante per il telaio. Idea che brevetto e utilizzò a lungo. Di questo e altro si parla nel sito MotoriOnline. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Harley-Davidson, Inc. ha di recente annunciato che cesserà la produzione delle motociclette Buell® nell’ambito di una strategia a lungo termine che concentrerà tutti gli sforzi e le risorse sul marchio Harley-Davidson. Alla luce di questa notizia, ripercorriamo l’incredibile storia di un uomo e di un’azienda dalla cui passione e visione sono nate alcune delle moto sportive più innovative e guidabili di tutti i tempi.

Mentre gli appassionati di moto sportive cercano di accaparrarsi gli ultimi modelli ancora disponibili presso le concessionarie europee, Harley-Davidson ha rassicurato tutti i clienti Buell, promettendo che continuerà a offrire pieno supporto post-vendita, fornendo parti di ricambio e servizi di assistenza attraverso la sua rete di concessionarie e assicurando la copertura in garanzia delle motociclette Buell come di consueto…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi