Questo sito contribuisce alla audience di

Strade pericolosi per i motociclisti romani

I dati sugli incidenti fanno rilevare cifre impressionanti e lo stato delle strade disastrate è una causa, ma non l'unica.

poliziotto Andare su due ruote è sempre più pericoloso e ciò dovrebbe preoccupa un po’ tutti ma non sempre è così, almeno a leggere le notizie nel web.

L’allarme ora arriva dal presidente del coordinamento motociclisti di Roma. Riccardo Forte fa rilevare la poca sicurezza delle strade ma anche l’arroganza e inesperienza che trasforma la guida delle moto in pericolo per tutti. Però eviedenzia anche altro.

Per esempio che le richieste rivolte al Comune non hanno trovato risposte soddisfacenti e, testuale: “Si fanno solo convegni, tante chiacchiere che spesso restano lettera morta”.

Di questo e altro si parla nel sito Repubblica.it. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Le strade sono cambiate ma anche i motociclisti non sono più gli stessi. E per fermare la strage non bastano meno buche, cordoli o strisce assassine: ci vuole anche un profondo mutamento culturale. Parola di Riccardo Forte, presidente del coordinamento motociclisti, afffiliato alla federazione internazionale Fema che ogni anno, tra le altre cose, consegna al sindaco, il 6 gennaio, una calza piena di carbone con sorpresa: un sampietrino, un cordolo, un ammortizzatore rotto o altro “regalo” ammonitore…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi