Questo sito contribuisce alla audience di

Impariamo a bere ma soprattutto quando....

La sete è una spia che quando " s' accende ", può essere già troppo tardi.

L’ attività della mountain bike durante le gare di lunga durata, richiede una grande produzione di energia da parte delle cellule muscolari sottoposte a sforzo.

Con l’ aumento dello sforzo muscolare, automaticamente aumenta anche il calore prodotto e quindi la temperatura corporea tenderà a salire.

Per contrastare questo aumento della temperatura, che avviene anche se stiamo pedalando sotto la pioggia, il nostro corpo si contrappone con il sudore e la sua evaporazione.

Durante gare o allenamenti molto intensi e lunghi, l’ atleta può perdere anche alcuni chili di peso e quasi tutti sono causati dalla sudorazione e quindi dalla perdita di acqua.

Fondamentale è quindi il reintegro costante dei liquidi, poichè la mancata reintegrazione provoca una lenta ma inesorabile disidratazione dell’ organismo, che oltre ad essere
pericolosa, può provocare crampi e colpi di calore, riduce notevolmente le prestazioni sportive.

Durante l’ attività in mtb, col sudore si perdono anche vari sali minerali e zuccheri: glucosio.

Diventa indispensabile bere regolarmente, circa ogni 15 minuti, anche se non si avverte il sintomo della sete, poichè quando appare questo sintomo, significa che il nostro corpo si sta già disidratando. Meglio prevenire.

Un altro consiglio è quello di bere all’ inizio di ogni salita, perchè durante la sua ascesa diventa più difficile assumere liquidi.