Questo sito contribuisce alla audience di

Sostituire guaine e cavi

18 piccoli passi....sostituire le guaine non è poi tanto difficile...

SOSTITUIRE GUAINE E CAVI

SOSTITUIRE GUAINE E CAVI

Molte volte la manutenzione di queste parti della mtb vengono
un pò trascurate o lasciate al caso, è invece molto importante
avere l’ abitudine di ” curare ” anche questa zona
della mtb, e quando neccessario intervenire con la sostituzione
delle guaine o dei cavi.

In commercio si possono reperire senza molti problemi dei set
appositi di guaine e cavi, quindi si può procedere alla parte
pratica dopo aver doverosamente precisato che questa operazione,
pur senza essere proibitiva, richiede una dose di pazienza e
attenzione.

Cominciare ponendo la mtb possibilmente su di un cavalletto da
lavoro e posizionare la catena sulla corona ( ant ) e pignone (
post ) più piccoli.

1- Smontare le guaine da
sostituire e pulire con cura le sedi ferma-guaina
e ferma-cavo usando un normale detergente neutro. Fare
molta attenzione perchè ogni eventuale residuo di lubrificante o
grasso, potrebbe in seguito danneggiare gli strati
autolubrificanti che rivestono i cavi.

2- Ora si deve tagliare le guaine
badando che la loro lunghezza non vada ad interferire o impedire
le manovre. Prestare attenzione in questa fase a non rendere
ovali le estremità delle guaine, e magari servendosi di un
attrezzo a punta tonda, agire sul foro affinchè rimanga il più
aperto possibile. Per diminuire l’eventuale attrito tra guaina e
cavo, è consigliato far passare il cavo del comando del cambio a
dx attraverso la bussola di bloccaggio sul telaio a sx. Il cavo
di comando del deragliatore posizionato a sx deve passare
attraverso la bussola di bloccaggio che si trova sul telaio a dx.
Se i cavi corrono sotto la scatola del movimento centrale si deve
ripristinare l giusta posizione dei cavi, incrociandoli di nuovo
sotto il tubo obliquo, se invece passano lungo il tubo
orizzontale non necessitano di nessun altro incrocio.

3- Servendosi di un accendino
riscaldare il liner e con l’aiuto di un punteruolo cercare di
dargli una forma ad imbuto.

4- Inserire il liner attraverso
il foro del cavo di comando.

5- Infilare sulle guaine tagliate
in precedenza le bussole ferma-guaina ed al loro interno far
scorrere il liner.

6- Inserire il cavo attraverso il
foro del comando nel liner per tutta la guaina, fino al cambio
posteriore.

7- Tendere leggermente il cavo e
verificare che il liner sia a sua volta ben teso.

8- Assicurarsi di far fuoriuscire
il liner dal foro di registro del cambio di 5/8 mm.

9- Prima di procedere a tagliare
il liner, magari servendosi di un cutter, sfilare il cavo di
comando per evitare di danneggiare il rivestimento.

10- Infilare di nuovo il cavo e
rivestire la parte che va dal registro del cambio fino alla vite
di fissaggio del cavo.

11- Tendere il più possibile il
cavo senza spostare il cambio.

12- Avvitare la vite di
bloccaggio usando una chiave a brugola da 5 mm.

13- Ora servendosi di un
tranciacavi tagliare la parte in eccesso del cavo, lasciandone
comunque circa 3 cm, ed inserire all’estremità un chiudicavo.

14- Infilare sulle guaine
tagliate in precedenza, le bussole ferma-guaina: nell’estremità
che andrà ad infilarsi nel comando utilizzare una bussola
semplice, mentre in quella che si infilerà nel ferma-guaina del
telaio, infilare la bussola con il tubicino.

15- Mettere sul becchetto
dell’ultimo leader un altro pezzetto di liner e tagliatelo a 5 cm
dalla vite di fissaggio del deragliatore.

16- Aiutandosi con un tubetto di
liner dal diametro appena superiore formare una specie di sistema
telescopico, che mantenendo lo sporco lontano dal cavo, consente
al tempo stesso di muoversi.

17- Tendere il cavo e fissarlo
con il tubetto di liner più grosso, chiudendo la vite a brugola
da 5 mm.

18- Ora, con il tranciacavi
recidere la parte di cavo in esubero lasciandone comunque 3 cm ,
inserire all’estremo un chiudicavo.

La procedura per entrambi i set di cavi resta identica
indipendentemente dal montaggio sul cambio posteriore o sul
deragliatore.

Adesso non resta che testare il lavoro appena concluso, quindi
procedere provando a fare scendere e salire la catena su tutte le
corone e su tutti i pignoni, provando ogni combinazione di
rapporti possibili. Agendo sui registri di tensione del cavo,
aumentare o diminuire la tensione secondo le esigenze.