Questo sito contribuisce alla audience di

Manifestazione "Italia Africa 2005"

dal 17 al 28 maggio 2005, piazza del Popolo

Roma si mobilita per la seconda edizione della manifestazione “ITALIA-AFRICA” che si svolgerà dal 17 al 28 maggio 2005 a nella capitale. L’iniziativa è promossa da Comune e Provincia di Roma, sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, Fao, Unicef, la Comunità africana della capitale, le ong e tante associazioni da Sant’Egidio al Wwf, a Legambiente.

Sono previsti oltre 42 gli appuntamenti in programma tra incontri, spettacoli, concerti e mostre. In particolare, il 19 pomeriggio al teatro Argentina lex presidente Usa Bill Clinton discuterà coi giovani romani di globalizzazione e sviluppo. Dal 25 al 28 mostra sul sud Sudan a cura di Misna, mentre la mattina del 27 maggio convegno in Campidoglio promosso dalla Comunità di Sant´Egidio dal titolo “Un sogno per l´Africa: bambini senza Aids”.

Ma la manifestazione più importante ci sarà il pomeriggio del 28 maggio: corteo alle 16 da piazza della Repubblica per concludere l’iniziativa in piazza del Popolo con un concerto gratuito a partire dalle 18.00 circa fino a mezzanotte: musica, solidarietà e grande partecipazione di pubblico per continuare a tenere aperta una finestra sul Continente Nero e comunicare le realtà positive che inizia a vivere in questi anni. L’evento sotto lo slogan “Lo sviluppo vince la povertà” sarà presentato da Giovanni Floris, Giorgia Surina e l´attrice africana Felicité. Direttore artistico del concerto di quest’anno è la cantautrice Carmen Consoli accompagnata sul palco da un ricchissimo cast: Angelique Kidjo, artista africana del Benin, con la quale la Consoli ha duettato nel concerto-tributo a Bob Marley tenuto ad Addis Abeba nel febbraio scorso; Amadou e Mariam, la coppia di musicisti del Mali famosissimi in Africa e saliti alla ribalta per la collaborazione con Manu Chao; Raiz, ex voce degli Almamegretta; Max Gazzè con Ginevra di Marco; i Lautari, band della tradizione catanese, e Capone Bungt&Bangt, gruppo di percussionisti dell’hinterland napoletano che utilizzano come strumenti rifiuti da discarica. L’anno scorso circa 150.000 persone si sono ritrovate per il concerto a cui hanno parteciparono Daniele Silvestri, Paola Turci, Max Gazzè, Riccardo Sinigallia, Youssoùn’Dor, Pape Sirinam Kanoutè e Sunu Africa.

In concomitanza con la manifestazione romana all’edizione 2005 sono previste altre iniziative pro-Africa in diverse città italiane ed europee tra cui Milano, Genova, Napoli, Bruxelles e Barcellona.

“Questa manifestazione sta facendo il giro d’Italia e d’Europa. Siamo stati la prima città occidentale del mondo a decidere l’anno scorso una grande mobilitazione per l’Africa. E’ necessario stracciare il silenzio sulle tragedie di quel continente e sul suo sforzo di uscirne” ha dichiarato il sindaco di Roma Walter Veltroni che interverrà prima del concerto in piazza del Popolo assieme ai leader sindacali Epifani, Pezzotta e Angeletti, il presidente del Parlamento europeo Josep Borrel, Bob Geldof della Commissione per l’Africa, ideatore dello storico “Live Aid”, il presidente dell’assemblea generale dell’Onu Jean Ping, la scrittrice Kuki Gallmann, il campione di calcio George Weah e vari sindaci e capi di Stato africani.

Per il programma dettagliato degli appuntamenti consultare il sito ufficiale della manfestazione www.italiafrica.it