Questo sito contribuisce alla audience di

Festa di Imbolc al lago di Alserio (Co) il 2 febbraio

Una iniziativa promossa anche dalla Vostra Guida alla Musica Celtica Festa di Imbolc al lago di Alserio (Co) domenica 2 febbraio 2002 ore 11,00 -18,00 Celebrazione Bardica aperta a tutti Con la partecipazione dell'Associazione Bibrax, del Clan Cab All, del Clan della Volpe e del Cigno, e di molti altri appassionati di cultura celtica si svolgerà una celebrazione bardica della festa della Dea (Brighid, Brigantia, Brigida, figlia del Dio Buono il Dagda, Dagodevos).

Festa di Imbolc al lago di Alserio (Co) domenica 2 febbraio 2002 ore 11,00 -18,00

Celebrazione Bardica aperta a tutti
Con la partecipazione dell’Associazione Bibrax, del Clan Cab All, del Clan della Volpe e del Cigno, e di molti altri appassionati di cultura celtica si svolgerà una celebrazione bardica della festa della Dea (Brighid, Brigantia, Brigida, figlia del Dio Buono il Dagda, Dagodevos).

Ognuno porti la sua arte, onoriamo la Dea protettrice di fabbri, poeti e guaritori.

Imbolc (=nel ventre della Madre Terra) o AMBIVOLCIOS
(=attorno al levatoio) è la prima delle tre celebrazioni della primavera, dal momento che essa ha luogo al momento della prima comparsa dei bucaneve, e delle prime avvisaglie del disgelo e della scomparsa delle scorie dell’inverno. Il sole bambino nato dalle profondità dell’inverno sollevail suo volto e la terra è toccata dai primi raggi di calore.

Per noi è la sacra festa in onore della donna, ed il rito che praticheremo è particolarmente gentile, bello, garbato ed intessuto di poesia.

Nell’antico Glossario irlandese di Cormac vengono indicati gli obblighi per questa festa:

“Assaggiare ogni cibo secondo l’ordine; ecco che cosa dobbiamo fare ad Imbolc, lavarci le mani, i piedi e la testa”.

La Celebrazione si svolgerà Domenica 2 Febbraio 2002 con ritrovo alle 10,00 circa per chi parte da Milano alla Stazione Centrale - zona taxi davanti all’entrata principale (disponibili posti auto).

La Festa si terrà al lago di Alserio, un luogo sacro alla Dea, dalle 11.00.

Si arriva all’omonimo paese, e poi seguendo le indicazioni ci si dirige al lago, dove si trovano tavoli da pic-nic e una cascina riutilizzata per la rimessa delle barche.

E’ prevista la recita di poesie (anche in dialetto) di celebrazione della natura e della Dea, ci saranno arpe, chitarre, bodhran e altro, si mangererà al sacco, condividendo quanto porteremo

Nel pomeriggio cerimonia di Imbolc.

La festa non comporta alcun costo, sono gradite candele e fiori (es. bucaneve), costumi d’epoca, spade … buonumore e la propria anima.

Per ogni informazione e contatti:

Myrddin rolsole@supereva.it

Elena ailinn@iol.it ailinn@tiscali.it

Yvelisia yvelisia@bibrax.org

Armon Sionnach, capoclan del Clan della Volpe e del Cigno graberi@tin.it

L’INVERNO LUCENTE

Di villaggio in villaggio/ Il Segreto cammina / Io scrivo la Via di Casa, / gli occhi negli occhi, / l’inverno dorato, / il canto delle donne d’Estate. [Elena]

Ultimi interventi

Vedi tutti