Questo sito contribuisce alla audience di

Ivano e Laudine

Un esempio letteraio di amor cortese ...

Il prode cavaliere della Tavola Rotonda Ivano e la nobildonna e gran dama Laudine

egli dice
“Il mio cuore mi ha sottomesso alla vostra volontà”.
“E chi sottomise il cuore, dolce e caro amico?”
“I miei occhi, signora!”
“E chi, gli occhi?”
“La grande bellezza che videro in voi”
“E qual torto ebbe la bellezza?”
“Signora, quello di indurmi ad amare”.
“Amare? E chi?”
“Voi, cara signora.”
“Me?”
“Sì, in verità”
“In qual modo?”
“In modo tale che non può esservene di più grande; tale che il mio cuore non può più lasciarvi e io non so trovarlo in altro luogo; tale che non so pensare ad altro; tale che a voi completamente mi abbandono; tale che vi amo più di me stesso, tale che liberamente, secondo il vostro desiderio, voglio vivere o morire per voi!”

(Ivano, di Chretien de Troyes p. 32)

Ultimi interventi

Vedi tutti