Questo sito contribuisce alla audience di

Filmando la musica

Riconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori registi nella realizzazione di documentari che riguardano la musica e l’arte, l’olandese Frank Scheffer è il protagonista a Padova, dal 23 al 26 febbraio, di una manifestazione a lui dedicata nell’ambito di “Impara l’arte”.

Il regista olandeseRiconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori registi nella realizzazione di documentari che riguardano la musica e l’arte, l’olandese Frank Scheffer (che vediamo nella foto a fianco) è il protagonista a Padova, dal 23 al 26 febbraio, di una manifestazione a lui dedicata nell’ambito di “Impara l’arte”, la rassegna culturale giunta quest’anno all’ottava edizione, che l’Orchestra di Padova e del Veneto, gli Amici della Musica di Padova e Centro d’Arte degli Studenti dell’Università di Padova dedicano agli studenti universitari. In programma le proiezioni dei film su Stravinskij, Schönberg, Mahler, Carter, Varèse e Cage.

Il regista francese“L’arte di filmare la musica”, questo il nome filone di “Impara l’arte”, inaugurato con successo nel 2008 con la personale di altro grande regista di documentari musicali, il francese Bruno Monsaingeon (nell’immagine a fianco), dedicato ai grandi autori che hanno fatto della musica l’oggetto della propria indagine cinematografica, quest’anno presenta quattro appuntamenti nei quali Frank Scheffer presenterà al Multisala MPX (a Padova in via Bonporti 22) alcuni tra i titoli più significativi della propria filmografia. I documentari di Frank Scheffer sulla musica costituiscono una veduta d’insieme dei grandi compositori del ventesimo secolo.

Il grande pittore russoDal primo film musicale, “Time Is Music” del 1988 (che mise in scena il “rivoluzionario” John Cage e il più “conformista” Elliott Carter, ossia due compositori contemporanei che operano con metodi compositivi ed estetici molto divergenti) attraverso più di venti film successivi, Scheffer ha sviluppato uno stile basato su un metodo di “principio di trasformazione”, che traduce le idee espresse dal pittore Vassilij Kandinskij (nell’immagine a fianco) nel suo saggio “Sullo spirituale nell’arte” (1912), prendendo la struttura e il carattere di un brano musicale e trasformandoli nella corrispondente struttura e stile di un film.

Il musicista statunitenseI film di Scheffer sulla musica hanno preso in considerazione i grandi compositori del XX secolo, a partire da “Conducting Mahler” (1996) sul famoso Festival Mahler organizzato ad Amsterdam nel 1995 con Bernard Haitink, Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Riccardo Muti e Sir Simon Rattle; accanto a questo pellicole come quelle su Schönberg, Stravinskij, Andriessen, Berio, Boulez e Stockhausen. Fra le produzioni più recenti del regista olandese due nuovi film su Elliott Carter (nella foto), considerato il massimo compositore vivente, “A Labyrinth of Memory” (2003) e “A Labyrinth of Time” (2004) .

Per informazioni: Orchestra di Padova e del Veneto,
Tel. 049.656848 - E-mail: info@pvorchestra.org
Biglietti: interi euro 5, ridotti studenti universitari euro 3.