Questo sito contribuisce alla audience di

‭La prima house concert in Italia

‭"‬Cose di Classica‭" è un'interessantissima iniziativa che ha preso vita ultimamente su Internet e che ‬riprende l'idea del concerto di musica classica come avveniva nei salotti dell'Ottocento,‭ nel corso delle celeberrime ‬"Schubertiadi‭"

I celebri eventi musicali viennesi“‬Cose di Classica‭” è un’interessantissima iniziativa che ha preso vita ultimamente su Internet (sito: www.cosediclassica.it) e che ‬riprende l’idea del concerto di musica classica come avveniva nei salotti dell’Ottocento,‭ nel corso delle celeberrime ‬”Schubertiadi‭” (come vediamo nell’immagine in una raffigurazione pittorica di Julius Schmid) ‬nella società colta viennese, ossia delle serate fra amici in cui si condivideva il piacere della grande musica e dell’ottimo cibo.‭ ‬L’idea delle‭ “‬case concerto‭”‬,‭ ‬da tempo diffusa all’estero,‭ fortunatamente ‬sta conoscendo in questo periodo anche in Italia una sempre maggiore notorietà.‭ Grazie all’interessamento di Simeone Pozzini e Ivan Merlini, che hanno dato vita a “Cose di Classica”, o‬ttimi interpreti hanno accettato l’idea di esibirsi in privato,‭ ‬dove il contatto con il pubblico è privilegiato nell’intimità dell’ascolto, ma soprattutto nella scelta dei repertori, che vanno dalla musica barocca alla musica classica contemporanea.‭ In questo modo, u‬n buon bicchiere di vino e la conoscenza di nuove persone appassionate di musica faranno da cornice alla serata.

L'organizzatore musicale“‬Cose di Classica‭” ‬è anche la soluzione ideale per gli interpreti che vogliono provare il concerto‭ “‬zero‭” ‬della loro tourneé o eseguire per la prima volta in pubblico un nuovo repertorio. Senza dimenticare che quello di “Cose di Classica” è innanzitutto un meritevole progetto di educazione musicale.‭ ‬La musica classica in Italia è ancora troppo poco presente nella vita della nostra collettività e non è ancora un fenomeno di massa.‭ Simeone Pozzini (nella foto sopra) e Ivan Merlini sono convinti ‬che la musica classica possa davvero creare una società migliore,‭ ‬e che la cultura sia uno strumento fondamentale per creare un Paese diverso.‭ ‬Per questo il loro progetto parte da un’idea di musica classica “vicina‭” ‬al pubblico,‭ ‬fatta di spiegazioni dei brani prima dell’esecuzione,‭ ‬di possibilità di contatto diretto con gli interpreti, di un’idea di‭ “‬normalità‭” ‬della musica classica nel panorama delle arti più diffuse al nascente pubblico.

Il noto violinista italianoIl loro motto, ed io lo condivido pienamente, è “La musica classica è viva,‭ ‬e si sta organizzando”. Il primo concerto‭ “‬ufficiale‭” ‬si terrà a Milano il‭ ‬5‭ ‬giugno in un atelier fotografico nel centro di Milano,‭ ‬solista d’eccezione‭ ‬il M° Marco Fornaciari (nella foto), uno dei maggiori violinisti italiani, grande interprete delle composizioni paganiniane, che terrà un recital per violino solo. L’indirizzo esatto dell’atelier verrà comunicato entro‭ ventiquattro ‬ore dall’inizio del concerto tramite servizio di SMS‭ (bisognerà ‬lasciare quindi un numero di cellulare durante l’iscrizione al servizio Newsletter nel sito Internet www.cosediclassica.it‭).

Marco Fornaciari:‭ ‬violino solo. Programma:

Georg Friedrich Telemann - Fantasia n.1‭ ‬in si bemolle maggiore
Johann Sebastian Bach - Partita n.‭ ‬2‭ ‬in re minore
Johann Sebastian Bach - Sonata n.‭ ‬1‭ ‬in sol minore
Nathan Milstein - Paganiniana
Eugène Ysaye - Sonata n.‭ ‬6‭ ‬in mi maggiore
Nicolò Paganini - Introduzione tema e variazioni ‭”‬Nel cor più non mi sento‭”