Questo sito contribuisce alla audience di

TUTTO SU FAVRETTO!

Intervista esclusiva

Come nasce artisticamente Favretto?
Ho iniziato a fare il Dj all’età di 16 anni: ho lavorato in molte discoteche Italiane e ho portato i miei Dj Set anche in Svizzera, in Austria. Dal 1999 lavoro come Dj/Produttore alla Off Limits di Reggio Emilia e ho collaborato al progetto Dj Kaos (una co-produzione che ha avuto un discreto successo in Giappone) e alla realizzazione degli ultimi due Album di Whigfield e di In-Grid (curando anche alcuni remix per loro).
Altre informazioni sono disponibili sul sito della Off Limits ( www.offlimits-production.it ).

Dove prendi ispirazione per le tue proteine musicali?
L’ispirazione dipende molto dai miei stati d’animo: posso prenderla da un vecchio brano pop Italiano, piuttosto che da qualche pezzo Dance che per me ha significato qualcosa. Ogni tanto prendo ispirazione anche da me stesso. In genere, ascolto tutte le canzoni che mi trasmettono emozioni e proprio da quelle prendo le mie “proteine musicali”.

Quali sono i plug-in e synth che usi per dare forma alla tua musica?
Bella domanda! Non c’è un Plug In o un Synth in particolare: uso un po’ tutto quello che ho a disposizione; mi piace cercare suoni ed effetti e, quando li trovo, sono così entusiasta che penso ad usarli senza fare caso al nome. Diciamo che oggi si possono fare grandi cose con un computer.

Quali sono i musicisti, produttori, dj che hanno maggiormente influenzato il tuo stile musicale?
Cerco di seguire il più possibile le sonorità del momento, guardo le classifiche e ascolto il lavoro di altri produttori; poi prendo ispirazione dai brani che si avvicinano di più al mio gusto personale e ci metto del mio!

Cosa ne pensi dell’attuale scena dance in Italia?
Sento che tutti parlano di crisi, hanno tutti una visione negativa del futuro della musica dance (e non solo dance). Penso sia il momento di smetterla di piangersi addosso: bisogna essere positivi; sicuramente c’è qualche difficoltà in più rispetto al passato, ma i successi si possono ancora fare. Bisognerà lavorare tanto, ma ci sarà sempre spazio per nuove idee.
Non dimentichiamo che l’Italia ha avuto un ruolo fondamentale nel panorama Dance mondiale.

Quali sono i 3 dischi che secondo te hanno fatto la storia della dance?
I tre dischi che hanno fatto la mia storia Dance sono “ The Power” (Snap!), “Born Slippy” (Underworld) e “Children” (Robert Miles). Vorrei aggiungerne almeno altri 100…

Vuoi lanciare un messaggio a tutti i lettori di superEva Dance?
Cari lettori di superEva Dance se siete arrivati fino all’ultima domanda senza annoiarvi, non posso fare altro che lodare la vostra pazienza. Vi invito a visitare il nostro sito www.offlimits-production.it : troverete un Forum dove potrete contattarmi e ricevere risposte alle vostre domande. Grazie!

By Alex dj Global Byte & dj Crystal

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti