Questo sito contribuisce alla audience di

Dan Ghenacia

Intervista esclusiva

Com’è iniziata la tua avventura nella musica?

Era il 1992, ero a Parigi col mio migliore amico e compagno di scuola Terry. Mi portò a un rave insieme ad altri amici. Da allora la nostra vita è cambiata. Ora Terry è uno dei più importanti artisti della mia label Freak n’ Chic. Nei primi anni ‘90 vivevo a San Francisco ed è là dove tutto è iniziato per me.

Da dove prendi ispirazione per la tua musica?

Dai party e dalle cose che succedono nella mia vita. L’ispirazione è ovunque, ma molto a Ibiza, con i suoi party extra lunghi che ti fanno sentire ispirato. Ma anche musica che non ha niente a che vedere con l’elettronica può essere un’ispirazione.

Quali sono gli artisti, i dj e i produttori che hanno influenzato il tuo percorso musicale?

Sono stato influenzato da ciò che proponeva Francesco Farfa nei primi anni ‘90 e poi senz’altro dalla scena Deep House di San Francisco.

Come definiresti il tuo sound?

Non riesco a definirlo. Ma vorrei credere che non si può racchiudere in un trend o in un genere. Direi che che è a-temporale.

3 dischi che non escono mai dalla tua valigia…

Kms 049 ( Damier)

Bobby Bonders “Bad Boy Dance” (Nu Groove)

Amazone by Jamie Jones (Freak n’Chic)

3 dischi che a tuo parere sono davvero buoni e che ti servono sempre in pista:

Questo mese:

Shonky , Olympia , (Freak n’Chic)

Marc Antona, “Save me” (Micro-Fibres, a new parisian label out in february)

David K “Boul de Nerf” ( Freak n’Chic)

Quali sono i club ti hanno dato più emozioni in tutta la tua carriera.

Il Batofar, a Parigi. Tutto è iniziato da lì, per me. Mi ha dato la possibilità di fare conoscere nuove sonorità al pubblico parigino. E poi il Circoloco, che ha un atmosfera incomparabile.

E poi la mia residenza da dj col party Freak n’Chic a le Zèbre, a Parigi. E’ incredibile vedere la gente che impazzisce alle 8 di sera, la domenica…

Come vedi la club scene europea in questo momento?

In Spagna, Italia, Germania e Gran Bretagna chi viene a ballare ha un ottimo livello di cultura musicale. Mentre Ibiza è la destinazione definitiva per chi ama ballare e far festa, un luogo in cui la musica va sempre avanti, con party splendidi come Cocoon, Circoloco, Electric Sex, We love… E ovviamente anche tanti after… E poi sono davvero contento che il groove stia tornando forte, a Parigi, dopo il periodo electro, la residenza a Le Zebre è un laboratorio per tutti gli artisti della mia label…

Vuoi lasciare un messaggio ai Supereva Dance surfers?

Vengo spesso in Italia, ad esempio il 13/01 sono al Fluid di Bergamo. Vorrei solo ringraziare le tante persone che vengono per il loro supporto. Pubblicherò sulla mia label Freak n´Chic una compilation selezionata da me, e farò un tour italiano che la lanci. Non vedo l’ora di tornare da voi.

By Alex dj Global Byte & dj Crystal

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti