Questo sito contribuisce alla audience di

Top Jazz 2000

La rivista Musica Jazz pubblica nel numero di gennaio i risultati del referendum Top Jazz 2000, appuntamento imperdibile per lettori, musicisti ed addetti ai lavori

Anche quest’anno la rivista Musica Jazz (nel numero di gennaio) ha pubblicato i risultati del referendum “Top Jazz 2000″. Nato nel lontano 1982, su iniziativa di Arrigo Polillo, il referendum costituisce ormai un appuntamento imperdibile per lettori, musicisti ed addetti ai lavori. I critici interpellati dalla rivista devono esprimere le loro preferenze, sia in ambito nazionale che internazionale, riguardo il miglio disco, il miglior musicista, la migliore formazione e il miglior talento emergente dell’anno (nel 1991 si è aggiunta a queste sezioni quella relativa alle ristampe discografiche dell’anno). I risultati di quest’anno sono i seguenti:

Jazz italiano
1.Disco dell’anno: “We did it, we did it!”, Tiziano Tononi (Splasch)
2.Musicista dell’anno: Gianluigi Trovesi
3.Formazione dell’anno: Italian Instabile Orchestra
4.Miglior nuovo talento: Rosario Giuliani

Jazz internazionale
1.Disco dell’anno: “Whisper Not”, Keith Jarrett (Ecm)
2.Musicista dell’anno: Dave Douglas
3.Formazione dell’anno: Dave Holland Quintet
4.Miglior nuovo talento: Stefon Harris

Disco dell’anno (ristampa): “The Complete Columbia Recordings 1955-1961″, Miles Davis-John Coltrane (Columbia)

Le categorie della guida