Questo sito contribuisce alla audience di

"Domani smetto": il nuovo singolo degli Articolo 31

La recensione e il testo dell'ultimo lavoro del duo milanese.

Dopo un anno dall’uscita del film “Senza filtro”, ritorna il gruppo più prorompente e “discolo” della scena musicale italiana, gli Articolo31.

Domani smetto“: così s’intitola il nuovo cd di J.Ax e Dj Jad in uscita a Marzo.

L’album è stato preceduto dal singolo omonimo già in rotazione nelle radio da venerdì 22 Febbraio.

La canzone, composta dai due “rapper”, apre un nuovo capitolo nella storia artistica del duo: alla parte rappata, infatti, viene unita una base punk-rock (quasi ska, anche se questa è un’estremizzazione!).
J.Ax lo definisce “post-punk-hip hop”.

Musicalità totalmente cambiata?

No, non del tutto.
E’ un ritmo rinnovato in cui possiamo ancora rintracciare caratteristiche del vecchio sound degli “albori” (vedi “Maria”).

Le parole di “Domani smetto” sono una diretta critica a tutte quelle regole che la società vorrebbe imporci “con, in sottofondo, una storia d’amore andata male”.

DISCOGRAFIA DEGLI ARTICOLO 31:

1993 - Strade di città

1994 - Messa di vespiri

1996 - Così com’è

1998 - Nessuno

1999 - Perchè sì

2000 - Greatest hits

2002 - Domani smetto

IL TESTO DELLA CANZONE

Loro mi dicevano di stare zitto e buono:

loro mi dicevano tranquillo e cambia tono

Loro mi dicevano di non parlare con la bocca piena

e camminare dritto bene eretto con la schiena

oppure andare a letto senza cena

di non crearne un problema che non ne vale la pena

di essere grato di essere nato nel lato del mondo

che in fondo in fondo è perfetto, perfetto come te, Letizia.

Io non so bene quando è cominciato

a un tratto io non obbedivo più

cara è come dici tu davvero

Non so cosa mi abbia rovinato

è che ho iniziato a dire troppi no

forse è per questo che tu mi hai lasciato

e non ci soffrirà nemmeno un pò

Ma mi spiace per ora non credo sia un mondo perfetto

Domani smetto

E’ meglio se richiami domani

Loro mi dicevano di stare sui binari

Loro mi dicevano rispetta questi orari

Loro mi dicevano stai con i piedi a terra

loro mi dicevano è giusta questa guerra

Mi spiace per ora non credo sia un mondo perfetto

Domani smetto

Ho anche lasciato su la tavoletta del cesso

Domani smetto

e faccio troppi viaggi senza avere il biglietto

Domani smetto

E’ meglio se richiami domani

Loro mi dicevano non calpestare l’erba

Loro mi dicevano non coltivare l’erba

Loro mi dicevano ma che vestiti porti

e i miei capelli erano

o troppo lunghi o troppo corti

e non ho messo il casco omologato

non metto a dieta la mia identità

Ho fatto il bagno dopo mangiato

e sono ancora tutto bagnato

Mi spiace per ora non credo sia un mondo perfetto

Domani smetto

Ho anche lasciato su la tavoletta del cesso

Domani smetto

E faccio troppi viaggi senza avere il biglietto

Domani smetto

E’ meglio se richiami domani

E’ una tipica espressione della vocalità e della leggiadria del canto all’italiano.

Ultimi interventi

Vedi tutti