Questo sito contribuisce alla audience di

Le donne di Hector Zazou

Omaggio al compositore francese con un minibook-cd con 13 brani affidati tutti a voci femminile tra cui una splendida Irene Grandi. E' un disco suggestivo, con 11 protagoniste, che va al di là dei confini, che spazia dalla musica elettronica alla classica, al jazz...

Sulla copertina del minibook-cd “Strong Currents” di e su Hector Zazou (realizzato in esclusiva mondiale per “Materiali Sonori” per la serie “Sonoria Portraits”) emergono le rotondità del corpo femminile.
E ascoltando i 13 brani del disco, affidati tutti a interessanti voci femminili, colpisce proprio la “rotondità” del suono e della voce.
Ha ragione Zazou a dire che il suo non è un disco romantico, nonostante l’atmosfera ovattata, pseudo-onirica, nonostante la calma apparente. E’ invece un disco “fisico”, di cui cogli le curve, la carnalità. Non catalogabile, giocato molto sulla pacatezza, sul sussurro… sulle parole ed i suoni scanditi.
Cambiano le voci (si alternano undici cantanti) mutano gli stili, variano nelle canzoni gli echi – dall’elettronica, alla classica, al jazz - eppure non te ne accorgi.
Emerge la complessità nella semplicità, l’unicità dell’opera come quel corpo prorompente in copertina… Il suono, nonostante il titolo, non si innalza e non affonda, rimane a galla.
“Remember” , con una grande Sarah-Jane Morris è l’esempio tangibile di questo straordinario circumnavigare tra suoni, esperienze, echi, complessità…

Zazou, musicista, compositore, arrangiatore e produttore francese, ha dato vita a molteplici progetti di grande spessore culturale tra musica elettronica, sperimentale, impressionista.

Nel libro di 96 pagine, che accompagna il disco, c’è un testo introduttivo che precede l’intervista a Zazou. Nel saggio, Giampiero Bigazzi (patron di “Materiali Sonori) scandaglia lo stare sul confine…
Già il confine tra i territori, le genti, gli stili… contaminazione? Meglio parlare di musica di confine, di musica che nasce nelle terre di nessuno e di tutti. A chiudere il disco una splendida Irene Grandi, in “Blue” (brano cantato in italiano), con un eccellente controllo ed equilibrio della voce.
Musica dell’immobilità, nonostante le correnti.

Gaetano menna

project by
Giampiero Bigazzi
& Hector Zazou

music performed by
Laurie Anderson

Jane Birkin

Lori Carson

Melanie Gabriel

Lisa Germano

Irene Grandi

Nicola Hitchcock

Nina Hynes

Caroline Lavelle

Sarah-Jane Morris

Catherine Russell

Emma Stow

Ryuichi Sakamoto, piano

Stefano Bollani, piano

Mathias Desmiers, guitar

Lone Kent, guitar

Dennis Rea, guitar

Pierre Chaze, guitar

David Coulter

musical saw

Orio Odori, clarinet

Renaud Pion, clarinet

Marisa Rossi, flute

Carlos Nuñez, flute

Marco Bardi, oboe

Carlo Bardi, basson

David Macinai, trumpet

Bill Rieflin,
drums & percussions

Mauro Tabbrucci, violin

Vieri Bugli, violin

Marcello Puliti, viola

Damiano Puliti, cello

Jacques de Rignancourt,
treated violin

Hector Zazou