Questo sito contribuisce alla audience di

Rosario Jermano: la mediterraneità di Gianluigi Di Franco

La scomparsa di Gianlugi Di Franco ha profondamente addolorato: Gianluigi lascia un vuoto anche artistico. Rosario Jermano, percussionista e session man di grande valore (al fianco di Pino Daniele, Zucchero, Renato Zero, ecc. ecc.) ricorda l'amico prematuramente scomparso. Collaborò, tra l'altro, al suo disco solista del 1988, prodotto da Corrado Rustici...

Oggi non è una bella giornata per me e per tanti che stimavano e continueranno a stimare Gianluigi Di Franco.
Ieri sono stato al mare con mia figlia e pensandoci bene il mare era quello che rappresentava Gianluigi… lo conoscevo da anni anche se ci siamo frequentati poco avevo partecipato al suo unico disco da solista prodotto da un altro amico Corrado Rustici.
Me lo ricordo tutto vestito di bianco e mi evocava atmosfere mediterranee con quel suo viso da Gesù, una voce particolare e un intelligenza fuori dal normale.
Ricordo che facemmo i primi provini a casa mia, con il mio TEAC, 4 tracce; eravamo solo io, Gianluigi e Corrado; credo di avere ancora quei nastri e li conserverò  gelosamente .
Sono addolorato per quello che mi accade intorno ogni giorno e questa non ci voleva e veramente una brutta notizia… la morte, per una volta, poteva sbagliare indirizzo e lasciar vivere un grande amico e un grande artista.
Rosario  Jermano