Questo sito contribuisce alla audience di

Lino Vairetti: il destino comune di due amici

Lino Vairetti (Osanna) ha saputo della morte di Gianluigi Di Franco a Parigi, dove si trovava. Raggiunto ha voluto regalarci questa mozione d’affetto dell’amico scomparso. Anzi di due amici, associando il ricordo di Gianluigi a quello di Sergio Tarallo

Eravamo tutti a conoscenza di quanto Gialuigi Di Franco stesse soffrendo ma, con la dovuta discrezionalità, come lui stesso desiderava. E’ stato un dispiacere immenso per la splendida e gentile figura che Gianluigi incarnava. Grande spessore culturale e grande sensibilità lo ditinguevano in questo mondo artistico e musicale dove si affaccia tanta improvvisazione.

Aveva scelto una strada meravigliosa ed era un musicoterapeuta accreditato a livello internazionale.

La sua scomparsa nella mia mente è associata a quella di Sergio Tarallo, musicista suo e mio amico che è scomparso l’anno scorso con lo stesso male.
Sergio aveva suonato con Gianluigi e Corrado. Erano molto amici e lo stesso Gianluigi lo aveva aiutato nel corso della sua malattia.

La vita ha voluto che Gianluigi lo seguisse allo steso modo poco tempo dopo. Il mio ricordo va a tutti e due non come musicisti ma come amici… come altri pezzetti della nostra generazione che ci lasciano un vuoto incolmabile.

Abbiamo molte loro testimonianze musicali ma loro non ci sono più…. mi dispiace enormemente.

E il dispiacere supera ogni ricordo possibile.

Lino Vairetti