Questo sito contribuisce alla audience di

A Maggio il "Sesto Art Rock Music Festival"

Il 31 marzo conferenza stampa a Sesto San Giovanni per presentare l'iniziativa di Agartha. Sul palco, il 14 maggio, Gecko's Tear, Deus ex Machina, The Watch e Arti e Mestieri

A Sesto San Giovanni (Milano) il 14 maggio presso il Teatro Elena si terrà il “Sesto Art Rock Music Festival”. L’iniziativa è a cura di Agartha - pregevole sito Internet di approfondimento che ora diventa anche un prog-meeting -. Il Festival viene presentato giovedi 31 marzo alle ore 12 con una conferenza stampa che avrà luogo a Sesto San Giovanni (Milano) presso la Sala Conferenze in Villa Dè Ponti, sede dell’Assessorato alla Cultura, in via Dante 6 (fermata Metropolitana linea rossa Sesto-Rondò, uscita piazza della Repubblica,via Cesare da Sesto) .All’incontro con i giornalisti saranno presenti il Sindaco di Sesto San Giovanni Giorgio Oldrini e l’Assessore alla Cultura Sara Valmaggi.

Al festival il 14 maggio suoneranno Gecko’s Tear, Deus ex Machina, The Watch e Arti e Mestieri, per quello che si rivela davvero una grande evento all’insegna del rock progressive.

Per prenotarsi: prenotazioni@altrock.it

Biglietti: Poltronissima - 16 euro / Poltrona - 13 euro / Balconata - 13 euro

Perché ALTROCK?
E’un gioco di parole, italiano ma anche internazionale.
E’ la fusione delle parole ALTRO e ROCK. Parliamo di musica alternativa (o alternative), non convenzionale. E’ l’altra faccia del genere musicale in oggetto, quella più colta e difficile. Nell’accezione negativa qualcuno ha visto ALTROCK come il mix di ALT e ROCK: basta con la solita musica, insomma!..e poi altri hanno invece trovato nella parola ulteriori significati: per noi - dicono gli organizzatori - è un sogno che si realizza, per qualcuno una manifestazione che mancava…

Un battere… Un levare
Chiunque si sia cimentato con la musica e ha qualche rudimento di solfeggio, sa che per poter leggere e cantare da uno spartito occorre un battere e un levare. E’ proprio da questa tecnica di lettura di una partitura che abbiamo avuto l’idea di suddividere virtualmente il Festival in due parti, distinte ma complementari.

A side / B side, Felona e Sorona, il rovescio della medaglia, the dark side of the moon…e chi più ne ha più ne metta. Insomma un battere al pomeriggio, con Gecko’s Tear e Deus ex Machina ed un levare alla sera, con The Watch e Arti e Mestieri. Un’ unica manifestazione, ma quattro diversi concerti e modi di intendere la musica in progress. In pratica pagandone uno vivrai 4 eventi incredibili.
L’idea di Agartha è quella di realizzare un appuntamento a cadenza annuale. Se ci sarà, come ci si augura, la risposta del pubblico.

Link correlati