Questo sito contribuisce alla audience di

Il vento teso della chitarra-orchestra di Marcello Capra

C’è un unico strumento, che sembra un’orchestra, con un suono cristallino e composito. Professionalità e creatività caratterizzano le composizioni ed esecuzioni di Marcello Capra (ex Procession) nel suo nuovo disco.

Vento Teso
di Marcello Capra
Toast Musique

 

 

 

 

Marcello Capra, con la sola chitarra, riesce a proporre un “Vento teso”, trasmettendo una tensione musicale che non ha limiti, che ha la libertà del movimento del vento.
Musicista torinese, noto sin dagli anni Settanta nei “Procession” (nota prog band dell’epoca), ha continuato  l’attività musicale a livello solista. Nel suo ultimo cd prosegue la ricerca di temi, ritmi e armonie che con stile personalissimo esegue in solo alla chitarra acustica.
C’è un unico strumento, che sembra un’orchestra, con un suono cristallino e composito. Professionalità e creatività caratterizzano le sue composizioni ed esecuzioni.
Capra si cimenta su un fronte musicale ad ampio spettro;  realizza  brani che sanno travalicare le epoche ed i generi  (d’altronde il vento non ha limitazioni), sviluppati con quello stile particolare e preciso che è diventato il punto forte delle sue composizioni. Non a caso in copertina c’è raffigurata l’eruzione, i lapilli incandescenti. Musica incandescente si esprime nell’album.
 Il disco si apre con “Presagio” che un po’ ci ricorda la canzone di Morris Albert ,“Feelings”, del 1974; ma è solo un attimo poi la chitarra tratteggia arabeschi e volteggia senza confini, con grande feeling, è proprio il caso di dire.
Si passa con eleganza dal blues (“Tradizione blues”, “Power Blues”), alla musica russa (“Danza russa”). Suoni ed immagini (“Bassa marea”, “Canto di mare”, la title track che chiude il disco). “Canto di mare” e “Danza russa” sono ‘antiche’ composizioni,che si ritrovano già in “Aria Mediterranea”, il suo primo album solista del 1977. “Gocce” e “La-sol-fa-mi” sono invece le ultime realizzazioni, dove la ricerca sulle armonie melodico-ritmiche per “solo” strumento si fa più intensa. C’è anche l’omaggio alla sua adorata cagnetta Lulù, scomparsa dopo 14  anni di convivenza (“Omaggio a Lulù”).
Si avverte, in questo disco, una forte magia, una grande energia  che invita anche a danzare (“Danza verde”, “Danza russa”…). Capra è davvero in vena, riesce a creare un album  ricco di sonorità e  piacevole; da ascoltare più volte per cogliere le sfumature preziose della chitarra-orchestra. Per certi versi è un disco coraggioso; sì, ci vuole coraggio a presentare il proprio “mondo sonoro” così denudato da orpelli e sovrastrutture.
Eppure la forza del disco è proprio in questa “energia denudata”, in questa eruzione vulcanica, che arriva diritta al cuore, che punta su «equilibrio, sfumature, colori del suono» (come ha sottolineato in un seminario a Sarzana).
Abbiamo sempre seguito con interesse questo artista, comprendendo ed apprezzando le sue scelte musicali, certo impopolari, di nicchia. Eppure così sincere, così vere, così coerenti.
C’è in questo cd – ci dice l’artista – «un vento molto favorevole alla navigazione “a vela”; sono tempi, credo, che la musica tappezzeria non ha più senso; bisogna cercare di rendere “vitale” ogni nostra espressione. “Vento teso” è un viaggio a vela tra le mie emozioni, ricordi, immagini, pensieri, ma è anche un sentire la vita con le “corde” della fantasia, per volare liberi nella biosfera».
Gaetano Menna

altri articoli su Marcello Capra
Marcello Capra: nella Torino prog aiuto a sentire meglio (Intervista)
Le ricercate alchimie della chitarra di Marcello Capra (Recensione di “Alchimie”)

 

discografia
1972: Frontiera (con i Procession), (album, Help/RCA) 
1977: Aria Mediterranea (album, Mu Records)
1989: Frontiera (ristampa, cd-album, Edison/Japan)
1993: Frontiera (ristampa, cd-album, Vinyl Magic)
1993: Combat (Premio Fafnir) (cd compilation, Kaliphonia)
1994: Imaginations (cd-album, Mellow Records)
1998: Danzarella (cd-album, Toast Musique)
1999: Biosfera (cd-album, Edizione privata)
2002: Alchimie (minicd, Toast Musique)
2005: Vento teso (cd-album, Toast Musique)

collaborazioni
1978: “Barbari e Bar” album di Enzo Maolucci (Dischi dello Zodiaco)
1979: “Bella Generazione Mia” 45 giri di Enzo Maolucci (Dischi dello Zodiaco)
1982: “Concerto Per Un Primo Amore” album di Tito Schipa jr. (Gattacicova)

Link correlati