Questo sito contribuisce alla audience di

La summer of love di Milano

Il 28 giugno a Milano una serata di creatività e psichedelia con Rocchi, Guarnaccia, Di Bartolo e altri. Piatto forte della serata i due corti girati da Claudio Rocchi, che accompagna le proiezioni improvvisando al piano

28 giugno sera dalle ore 19, a Milano, al Club Ragno d’Oro di piazza Medaglie dOro a si tiene un incontro promosso da Art&Soul, Creative global factory, Samshara foundation e Sardegna verde dal titolo
SUMMER OF LOVE 2005 serata di toni e modi psichedelici
Vi partecipano
- Matteo Guarnaccia: “Wanderwall” (cfr.George Harrison) installazione performance e reading con Enzo Gentile.
- Claudio Rocchi : “©la première soirèe”. Una poesia di Arthur Rimbaud: prima milanese del corto digitale presentato in anteprima il 19/5/005 al festivaltributo . Digital imaging con improvvisazione pianistica .
- Gabriele di Bartolo & Claudio Rocchi: “©psychodoors & flowers”: prima milanese del corto digitale presentato in anteprima al Festival della Filosofia di Carpi nell’ambito della rassegna . foto di Gabriele di Bartol. Prepostproduzione digitale e soundtrack Claudio Rocchi.
- Gabriele di Bartolo : “the doors of perception”: installazione fotografica
- Helena Von Hessen: “saluti di parata” . Serigrafie
- David Castelletti : “the digital woodstock” percorsi
-Energy Production/cool division: “summer of love Ibiza”: showcase dell’omonima compilation
- Lucia Scarrone, Shukra & Sandesh: ” zen lisergico” : gesti pittura poesia video
- Easy Riders: Ariel & Mox dj’s (rock fm). soundtracking
- Natasha Slater: dj (radio popolare) : rock’n roll Rollacoaster : Psychedelic UK playlist

Piatto forte della “Summer of love” milanese è la proiezione - inedite per Milano -dei due corti di Claudio Rocchi (che improvvisa live al pianoforte, mentre scorreranno le immagini). In evidenza anche le foto di Gabriele Di Bartolo (fotografo storico di Rocchi, che ritroviamo anche nella cover di Volo Magico, ndr).
Non c’è una scaletta fissata ad ora della serata, all’insegna dell’improvvisazione pura .Ci sono materiali in mostra, readings e proiezioni quando farà buio.
” I miei corti - ci spiega Claudio Rocchi - sono digitali :l’omaggio a Rimbaud ha in soundtrack “Angele dei” e in testa e in coda improvviso al piano sul testo a nero”.
Psychodoors& windows - aggiunge il cantautore - ha un soundtrack nuovissimo strumentale rockelettronico ‘17/2 inches’ è parte del pacchetto musicale di Pedra mendalza. Le foto di Gabriele sono splendide la mia postproduzione digitale ‘extrema’.

Link correlati