Questo sito contribuisce alla audience di

Tony Pagliuca: cronache dall'Abruzzo

Settimana cruciale iniziata con Ferragosto e culminata... nella pioggia. Tutto era pronto, ma il concerto di Tony Pagliuca con Tolo Marton non si è potuto tenere... Pagliuca scrive il suo diario dall'Abruzzo, dove è giunto,con il suo team 15 agosto Maria vestita di luce 16 agosto Arrivo a Pescosansonesco 17 agosto Pescosansonesco, musa ispiratrice 18 agosto Domani 19 agosto live in Paese, ore 21 a Pescosansonesco Oggi alle ore 19.55 è arrivato Tolo… 19 agosto Sotto la luce del faro bianco e della luna piena 20 agosto Il count down è iniziato Sul grande palco bagnato 21 agosto La mostra di Mirandi

Tony Pagliuca:
note d’agosto

Prima settimana (1-7 agosto)
http://guide.supereva.com/musica_progressive/interventi/2005/08/220114.shtml

Seconda settimana (8-14agosto)
http://guide.supereva.com/musica_progressive/interventi/2005/08/220995.shtml

Terza settimana (15-21 agosto)

Domenica, 21 agosto

La mostra di Mirandi

Io e la mia famiglia siamo rimasti a Pescosansonesco , mentre il resto del gruppo è tornato al nord.
Nel pomeriggio siamo andati a Montorio sul Vomano a vedere la mostra di LeandroTonino Mirandi. I quadri erano esposti nella grande Sala civica.
Era da molto tempo che desideravo incontrare Leandro… quando sono arrivato lui era impegnato con la troupe televisiva per una intervista; nell’attesa ho cercato di entrare nel suo mondo. Non è facile capire l’arte di Leandro, lui è un artista veramente sorprendente.
Capace di raffigurare un albero minuziosamente e scoprire poi che il significato dell’opera si rivela semplicemente attraverso la forma della sua ombra. Questa mostra tratta le foto dei più famosi musicisti degli anni 70 e vedere la mia foto vicina a quella bellissima di Tony Banks dei Genesis mi ha fatto uno strano effetto.

Sabato, 20 agosto

Il count down è iniziato

Pescosansonesco, mattina - Uscito dal santuario del Beato Nunzio Sulprizio c’è stato l’incontro bellissimo con l’artista Mario Di Donato e con dei signori di Mestre , nativi di Pescosansonesco.
Sono usciti i quotidiani locali che danno ampio spazio al concerto di stasera.
Abbiamo fatto un’ora di prova senza strumenti e poi le “grupies” hanno preparato un pasto leggero ..
Eddy e Massimo hanno intonato dei canti stranissimi e divertenti tra i quali scopro e cito “Vita cavallo durante” dell’amico musicista, Franco Carradori , batterista del gruppo Gli Uragani. Mi sorge il dubbio che questo fatto faccia parte di una strategia Defantiana : una sorta di canto anti pioggia.
Il cielo è quasi coperto dalle nuvole bianche, grigie e grigioscure …. il count down è iniziato…si parte per Pescara.

Sul grande palco bagnato

Pescara , sera - Quando hanno scaricato il pianoforte Yamaha C3 sul grande palco bagnato erano circa le ore 18 e nel silenzio c’era la speranza che entrava e usciva furtiva da uno sguardo all’altro, un ininterrotto scambio di messaggi …solo il giovane regista delle riprese video era sicuro. Non aveva ancora tirato fuori la telecamera per la ripresa del backstage: Non si suonerà!
Il mare era calmo come un giocatore di poker, la spiaggia deserta , il cielo di nuvole…
Il pianoforte era pronto: mi sono seduto sul seggiolino morbido e ho appoggiato le mani sulla tastiera , ero lieto di fare la sua conoscenza, lui sembrava avesse il motore ancora in rodaggio…ho provato a pigiare un po’ con
My Folck ,un pezzo che ho scritto per la mia città e nonostante l’impegno non raggiungevo l’ allegro.. .le gocce di pioggia sul leggio del pianoforte erano le note più tristi della Patetica di Cajkovskij.
Il cielo in direzione di Vasto mi diceva chiaramente che non c’era più niente da fare.
Dopo una lunga consultazione con i musicisti e con il personale tecnico, l’assessore grandi eventi Moreno Di Pietrantonio ha proposto gentilmente di rimandare la serata a mercoledì 24 agosto.
Un ringraziamento a tutti i fans che sono arrivati a Pescara sfidando il tempo… alla prossima!

Venerdì, 19 agosto

Sotto la luce del faro bianco e della luna piena

Al mattino Tolo ed io siamo andati alla sala consiliare del Comune di Pescara per la conferenza stampa.
Nel pomeriggio abbiamo provato, e poi abbiamo fatto il trasloco a Pescosansonesco Nuova per la prova aperta al pubblico.
Abbiamo iniziato alle 21.00 sotto la luce del faro bianco e della grande luna piena…dopo il secondo pezzo la prova si è trasformata in un vero concerto…
Tolo ha eseguito anche Alpine Valley ( il pezzo con cui ha ricevuto il premio J. Hendrix 1998) e gli ho chiesto di eseguirlo domani sera a Pescara.
Dopo il concerto siamo stati invitati a uno spuntino presso il Fortino del Signor Ernani … e lì ci siamo sentiti veramente protetti.

Giovedì, 18 agosto

Domani 19 agosto, prova live in Paese
ore 21 a Pensosansonesco

PESCOSANSONESCO - Mancano due giorni al grande giorno… La vita a Pescosansonesco trascorre lieta. Cerchiamo di evitare il pensiero di dover lasciare tra poco questa oasi di pace. “Riparossa” si sta dimostrando la sede perfetta per un serio lavoro musicale.
Non mi era mai capitato di piazzare nella sala del ricevimento tutta la strumentazione: l’organo è appoggiato al bancone del bar e sopra il Leslie i salatini…
Appena fuori dall’entrata dell’albergo, sotto dei folti alberi , è stato piazzato un grande tavolo di legno con due ampie panchine anch’esse di legno…da lì si può ammirare il vecchio paese appoggiato sulla grande roccia, con le sue piccole case di pietra…
Una bellissima notizia per i fans di Tolo Marton e del prog-rock: abbiamo concordato con il Sindaco di Pescosansonesco di fare nella serata di domani, 19 agosto, alle ore 21.00 una prova aperta… penso che sia una cosa da non perdere.
Un arrivederci a tutti.

Oggi alle ore 19.55 è arrivato Tolo…

Dopo la prova siamo andati tutti a cena da “ Pasta Numerata” e dopo gli assaggini , Eddy e Massimo che si erano portati la chitarra hanno fatto il loro numero. Ho scoperto che il pezzo più forte “I gobbi” non è stata tradotta in inglese.
Ho suggerito subito a Nicholas di farne una traduzione , ma lui mi ha fatto capire subito con un solo sguardo che questa canzone è molto lontana dallo humor inglese.

Mercoledì, 17 agosto

Pescosansonesco, musa ispiratrice
Una nuovissima versione di Felona e Sorona

PESCOSANSONESCO - Oggi dalle alture di Pescosansonesco si poteva scorgere il mare è uno spettacolo che non si vede tutti i giorni, è stato per tutti noi un segno che ha annunciato una giornata densa di avvenimenti.
Per prima cosa è piovuta l’ispirazione sull’estratto della suite di Felona e Sorona , pensavamo di non aggiungere più nulla alla nuovissima versione, invece durante le prove pomeridiane un improvviso dialogo tra hammond ed archi ci ha divertito al punto che abbiamo deciso di fissarlo ed aggiungerlo all’introduzione di “Sospesi nell’incredibile”.
Non poteva essere diversamente dopo l’impatto di ieri , dovuto probabilmente ad una incomprensione, nel giro di poche ore abbiamo avuto modo di constatare che l’ambiente è tutt’altro che ostile e tutti ci stanno dimostrando una simpatia incredibile.
Un particolare pensiero va al ristoratore che ci sta deliziando con i piatti tipici abruzzesi: oggi ha superato se stesso portandoci dei ravioli ricotta e spinaci al ragù …peccato che la sua produzione sia numerata!
L’atmosfera si sta riscaldando anche perché è arrivato Massimo che dopo aver fatto il lungo viaggio ha impugnato il microfono e ha cominciato a cantare una canzone dietro l’altra, senza mai fermarsi un solo attimo.
La sua sorprendente preparazione ha gasato tutta la compagnia e dopo la prova siamo andati tutti a scolarci una birra.

Martedì, 16 agosto

Arrivo a Pescosansonesco

PESCOSANSONESCO - Abbiamo caricato il furgoncino e alle h 9 del mattino siamo partiti da Marghera per Pescosansonesco; il viaggio è andato bene nel senso che dopo 9 (nove ) ore siamo arrivati. Scrivo è andata bene perché ormai viaggiare in macchina sta diventando sempre più un rischio. Alla fine degli anni Ottanta ho scritto a tal proposito una canzone , IO CHIEDO, dove il primo verso canta così : “ Un uomo in automobile che mobile non è ”. All’ora sembrava un paradosso….
Comunque all’arrivo in paese ci ha accolto il Sindaco di Pescosansonesco con la sua esemplare gentilezza.
Egli è un vero appassionato delle arti. Proprio ieri si è conclusa con successo la 5°edizione del Premio Nazionale di Pittura Estemporanea “Beato Nunzio Sulprizio” con la partecipazione di artisti da ogni parte dell’Italia.
Il concorso consiste nel riprodurre su tela personaggi e paesaggi di Pescosansonesco. L’anno scorso ho assistito alla performance collettiva ed è stato uno spettacolo indimenticabile .
Quest’anno il Sindaco Mimmo Di Gregorio, che è amante anche della musica, si è fatto in quattro per ospitare a Pescosansonesco, per tutto il periodo delle prove, il team dello spettacolo “Amico di ieri”…
Quando stavamo per entrare all’hotel Riparossa abbiamo sentito che alcune persone si erano preoccupate per la salute degli artisti e hanno fatto arrivare i Vigili del Fuoco per verificare il grado di sicurezza dello stabile… figuratevi le facce dei musicisti quando sono stati invitati a lasciare le stanze…
Alla fine il buon Sindaco ha dovuto pregare il Beato Nunzio per non costringere i musicisti a dormire sotto le stelle.

Lunedì, 15 agosto 2005

Maria vestita di luce

Non ho mai creduto all’esistenza degli atei, anche le persone più scettiche hanno un loro modo di vedere ciò che non
si vede o di udire le voci che non parlano.. . penso che ogni uomo viva una sua particolare intimità, quella che va al di là dei sensi comuni.
Nell’angolo nascosto del privato, lontano dai problemi quotidiani egli talvolta prova a sperimentare, con una sua logica personale, la soprasensibilità.
Chi più, chi meno è attratto dal desiderio di cercare di scoprire qualcosa di concreto che provenga dal mondo invisibile e molti sono gli uomini che hanno impiegato tutte le loro energie per scoprire il perché della nostra esistenza.
Non sembra vero, ma miliardi di pagine, quasi tutto il nostro (non sapere), trattano o raccontano di ciò che non esiste.
E’ una ricerca antica iniziata migliaia di anni fa e che continua ancora oggi senza dare alcuna risposta
Io appartengo alla schiera dei fans di Gesù, e ho un grande rispetto per tutte le altre religioni perché alcune sono diverse solo per ragioni geografiche.
Quando ci si ferma di notte davanti al cielo sereno e si guarda in alto, i pensieri diventano strani, sorgono vecchie e nuove domande e otteniamo sempre mezze risposte…esistiamo…. continuiamo ad esistere…gratuitamente assistiamo e partecipiamo al più grande spettacolo tragicomico del mondo.
Così andando a Messa alla festa dell’Assunzione ero a disagio davanti al Dogma di Pio XII.
Soffro di una sorta di allergia ai Dogma e stamani l’ho detto al mio amico Renzo e lui mi ha risposto ” La fede comprende tutto”.
Renzo lavora in banca ed è il direttore dell’ UNITALSI veneto ( sponsor del mio furgone) e tanti anni fa mi vide, attraverso il vetro dello sportello bancario che ero molto abbattuto per l’ennesima delusione sentimentale… ero disperato non mi capacitavo di essere diverso da tutti gli altri e lui con un sorriso sincero mi disse: sto compilando la lista dei partecipanti al pellegrinaggio a Lourdes… perché non ti unisci a noi? ….Non esitai e salii su quel treno… avevo giusto quarant’anni. Lì trovai tutto quello che cercavo e di più.

Tony Pagliuca

Link correlati