Questo sito contribuisce alla audience di

Beppe Aleo: dal groove all'ethno. Ed a Natale Braido in funk

Chiacchierata con il discografico milanese, patron di Videoradio. Un anno intenso: coproduzioni con Rai Trade, l'omaggio a Falcone e Borsellino, e molteplici dischi di "sound-immagine". E si arricchisce anche la music library per la tv

Avevamo intervistato Beppe Aleo, patron della casa discografica “Videoradio”, a giugno dell’anno scorso. Una chiacchierata che era partita dai suoi trascorsi musicali negli anni ’70 come batterista dei gruppi liguri Il Sigillo di Horus (che incise per la Grog) e I Signori della Galassia… poi il discorso aveva riguardato le novità attuali e le compilation dedicate al rock, alla fusion ed al groove dei “gregari” che dimostravano finalmente il loro talento. Dischi che sono nati dalla collaborazione e co-produzione di Videoradio con Rai Trade. La collaborazione si è intensificata e, ad oggi, sono stati pubblicati 16 dischi co-prodotti che hanno portato alla ribalta anche nuovi artisti. Tutti dischi di qualità e che si prestano ad essere usati come colonne sonore, sigle tv (music library)… Ma al cronista ha colpito in particolare l’omaggio ai giudici Falcone e Borsellino: un disco per non dimenticare.

Cavallo di razza della scuderia Videoradio è il chitarrista Andrea Braido che ha il blues nel sangue. Il discografico ci annuncia la pubblicazione per le feste natalizie del suo nuovo disco funkeggiante… Un disco da mettere sotto l’albero di Natale…

Di seguito la nuova intervista a Beppe Aleo per scoprire cosa è accaduto in un anno o poco più.

Partiamo dal cd omaggio ai giudici Falcone e Borsellino. Un’occasione importante per far riflettere, per preservare il ricordo, la memoria storica di fatti importanti… L’ho scritto e mi piace ripeterlo ora: questo disco dovrebbe entrare nelle scuole, essere portato all’attenzione dei giovani.

Si hai ragione è un cd storico un avvenimento senza precedenti per la nostra cultura discografica un patrimonio che ci arricchisce dentro e non ci fa dimenticare il valore di certi “eroi” del nostro tempo. In effetti l’opera sta girando ora nei teatri italiani alla guida del grande direttore Stefano Fonzi; presto potrebbe anche entrare nelle scuole, almeno lo spero.

Negli ultimi mesi si è intensificata la collaborazione con Rai Trade con molti cd di grande qualità. Quanti sono i dischi realizzati assieme?

Ad oggi sono 16 album ma spero per fine anno di raggiungere i 20 cd che per me sarebbe un grande traguardo.

Oneness Ensemble, Esseno, Lesko, Metem, Scarfone… Mi sembra che, nell’operare sinergico Vedioradio/Rai Trade, vengano in luce precisi obiettivi: - valorizzare la professionalità e scoprire giovani talentuosi (dando fiducia anche ad artisti non del tutto conosciuti al grande pubblico), - puntare su scelte di qualità (l’omaggio a Falcone/Borsellino docet), - puntare su dischi che si prestano, come dire, a valorizzare le immagini tv, ad essere usati come colonne sonore, sigle televisive… (insomma c’è un occhio, anzi un orecchio, d’attenzione alla musica d’immagine…)

Sai durante il mio percorso discografico cerco di essere molto attento nel trovare e dare spazio a giovani artisti talentuosi che hanno la giusta ambizione di emergere e, con il supporto di Rai Trade l’obbiettivo è sicuramente raggiunto. Devo dire che la musica d ‘immagine per me è sempre stata un punto di riferimento, avere sigle televisive e poi arrivare ad importanti commenti sonori è l’ambizione più elevata per un discografico e per un artista… ti pare?

Una sottolineatura sul disco di Lesko, tre dischi in uno (come proposta musicale). nella prima parte con la chitarra classica da sola; poi c’è il suono composito ed effervescente in gruppo ; infine la grande passione per l’orchestra con la chitarra che si confronta con scenari sinfonici.

Vero quello che dici, questo grande chitarrista ha saputo miscelare con intelligenza e grande spessore artistico un progetto difficile e complesso ma indubbiamente di gran classe e poi il nome di Tony Levin, in qualità di ospite, ci fa capire la potenzialità del cd

Con la Compagnia La Giostra si approda invece nel terreno suggestivo del mix dei suoni mediterranei e medioevali… di una Sicilia antica e moderna allo stesso tempo. Attenzione all’etnica, alla world music dimostrata anche dalla compilation ethno-ambient….

Un progetto particolare e suggestivo quello posto in essere dalla Compagnia La Giostra, musicisti molto preparati e soprattutto attenti scopritori di nuove sonorità che forse si erano perse nel tempo ma che ora sono più attuali che mai, come quelle che troviamo nella mia creatura “Ethno Ambient” che mi ha regalato grandi soddisfazioni visto anche l’inserimento di un brano(guarda caso proprio della Compagnia la Giostra) nel film di Rai fiction, “La Vita di Gesù” in onda su Rai 1 nel periodo natalizio..

Non si manca di saggiare la nuova scena musicale indipendente. In tal senso la compilation Snob Night (che è una finestra sull’underground e soprattutto il cd di Safyllè che scandaglia negli umori della “Napoli wave”, quella che fonde dub, trip drum’ n’bass e rock, quella di Zulù e 99 Posse, dei 24 Grana, dei Bisca. E non è un caso che questi artisti affianchino la cantautrice. Come è stato accolto a Napoli il disco di Safyllè?

Il cd dei Safyllè è stato un trionfo a Napoli e non solo, in quanto per la prima volta dopo lo scioglimento dei 99 Posse Zulù si è trovato a cantare con una donna appunto la cantante del gruppo dei Safyllè creando insieme un’ atmosfera intrigante e al tempo stesso nuova per lo stile del genere praticato dal gruppo.

Mistheria non è un pianista… “misterioso”. Nel senso che l’abbiamo visto suonare con musicisti di grande calibro (come Bruce Dickinson degli Iron Maiden) in questo disco, di solo piano, dimostra di essere un talentuoso pianista, che si fa apprezzare per l’espressività, per l’energia… ; un artista di grandissima tecnica e classe e con una precisa impostazione classica. In questo filone classicheggiante c’è anche il cd Neverland Classic Ensemble.

Ho voluto dare spazio a momenti di musica in bilico tra il classico e la world music per arricchire il mio repertorio con Rai Trade a 360°. Non casuale però è stata la scelta di artisti particolari come Mistheria “al secolo Giuseppe Iampieri” pianista e tastierista ormai conosciuto oltre oceano per le sue doti poliedriche e Maurizio Bianchini “percussionista dell’orchestra sinfonica Rai” coordinatore , compositore e esecutore nei brani del cd Neverland Classic Ensemble. Un progetto veramente molto particolare per gli stili musicali percorsi rielaborati poi ai giorni nostri.

Uno dei fiori all’occhiello della collaborazione Videoradio/Rai Trade è quello di realizzazione pregevoli compilation dedicate al groove, alla fusion, al jazz, … dando spazio ai “gregari”, a quelli che corrono, ma che sono artisti di grande talento (e non a caso la bicicletta è un pò il simbolo di questa operazione). A quando la prossima compilation che pedala?

Spero per giugno del prossimo anno… ci sto già lavorando ma sai mettere insieme in un cd tanti artisti importanti non è facile ed ho bisogno ancora di un pò di tempo, ma sicuramente ci sarà il vol. 3.

Attendiamo la nuova uscita del chitarrista Andrea Braido, diciamo il cavallo purosangue della scuderia Aleo…

Ti posso dire che per Natale uscirà il nuovo lavoro di Braido con un titolo che la dice lunga, “Braidus in Funk”. Sto proprio ora lavorando ai mix e agli ultimi ritocchi ma sarà un cd spettacolare. Vuoi sapere perché? Sentirai Andrea suonare il basso in maniera paurosa, la batteria e le percussioni sempre suonate da lui con un tocco da grande maestro. Sono certo ancora una volta che Andrea lascerà a bocca aperta tutti… perché bisogna capire che è solo lui “il grande”! Uno che riesce a regalarti forti emozioni con tutti gli strumenti! Trovami un artista in Italia che oltre a suonare tutto e bene,sa essere nel proprio strumento protagonista sempre e ai massimi livelli nei vari generi musicali: jazz, rock, metal, spanish, funk , acustica,chitarra classica, country, blues…..ma cosa vogliamo di più?

Domanda finale d’obbligo, alla Maurizio Costanzo: cosa c’è dietro l’angolo? O meglio – al di là della terza compilation groove e di Braido, di cui ci hai già parlato - cosa bolle in pentola Videoradio?

Sempre a Natale un cd con i Percussionisti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai tra Ambient & World music che vede il contributo di oltre 80 percussioni impossibili da elencare, un album mai pubblicato in Italia per la complessità nel reperire appunto tutte le percussioni, praticamente un evento storico musicale senza precedenti

a cura di Gaetano Menna

La precedente intervista a Beppe Aleo: a tutto groove!

http://guide.dada.net/musica_progressive/interventi/2006/06/258121.shtml

Link correlati