Questo sito contribuisce alla audience di

All'Auditorium Rita Marcotulli "racconta" i Pink Floyd

Ritorna il progetto della pianista romana - presentato a Roma lo scorso anno alla Casa del Jazz - con un coinvolgente omaggio alla band di culto inglese. Questa volta l'appuntamento è all'Auditorium Parco della Musica il 7 aprile 2009. Con la pianista un atipico ma grintoso gruppo

Roma

AUDITORIUM
PARCO DELLA MUSICA

Sala Sinopoli

7 aprile 2009 ore 21

INCONTRI D’AUTORE
Gli artisti si raccontano

concerto di
RITA MARCOTULLI

US AND THEM, NOI E LORO
OMAGGIO AI PINK FLOYD

Raiz - voce
Rita Marcotulli - pianoforte e tastiere
Andy Sheppard - sassofoni
Giovanni Tommaso - contrabbasso
Matthew Garrison - basso elettrico
Fausto Mesolella - chitarre
Michele Rabbia - percussioni e electronic sounds
Alfredo Golino - batteria

Ritorna il progetto della pianista romana - presentato a Roma lo scorso anno alla Casa del Jazz (lo avevamo annunciato qui, ndr) - con un coinvolgente omaggio alla band di culto inglese.Questa volta l’appuntamento è all’Auditorium Parco della Musica (Sala Sinopoli) il 7 aprile 2009, nell’ambito degli “Incontri d’Autore” condotti come di consueto da Ernesto Assante e Gino Castaldo.

Tre anni fa la pianista aveva inciso “The light side of the moon” , un disco di solo pianoforte (a parte un paio di tracce in cui l’autrice si cimentava con il canto), che conteneva una cover di “Us and them” dei Pink Floyd. Il progetto è maturato ed è diventato un particolarissimo concerto

La pianista romana ha costituito un gruppo “atipico”, nella fattispecie un quartetto jazz classico con l’inglese Andy Sheppard ai sax, Giovanni Tommaso al contrabbasso e Alfredo Golino alla batteria, a cui sono stati aggiunti strumenti e musicisti meno legati al jazz come la chitarra elettrica di Fausto Mesolella degli Avion Travel, il basso elettrico di Matthew Garrison, attuale bassista di Pino Daniele e figlio di Jimmy Garrison che fu il contrabbassista di John Coltrane, le percussioni e gli electronic sounds di Michele Rabbia, e la voce di Raiz, ex cantante degli Almamegretta.

Un grande omaggio ai Pink Floyd tra rock, jazz, progressive… In scaletta i pezzi più psichedelici e innovativi (Astronomy Domine, Set the Controls For The Heart Of The Sun) si annodano con quelli di matrice più folk-rock (Cirrus Minor, Cryng Song, Goodbye Blue Sky) e con quelli del pop più celebrato (Us and Them, Money).

G. Me.