Questo sito contribuisce alla audience di

Universal Music Collection: due box raccontano gli anni Settanta

Con i cofanetti "Progressive Italia. Gli anni '70" - vol. 1 e vol. 2 - la Universal pesca negli sterminati archivi riproponendo 12 album (6 per cofanetto) di 11 gruppi dell'epoca tra i più rappresentativi. Diversi album per la prima volta in versione cd

“The Universal Music Collection” (sempre dal 23 ottobre), oltre al box dedicato a Le Orme (vedi notizia) propone altri due cofanetti: “Progressive Italia. Gli anni ‘70“, vol. 1 e vol. 2… con la Universal che pesca negli sterminati archivi riproponendo 12 album (6 per cofanetto) di 11 gruppi dell’epoca.

Nel “vol.1″ ci sono: Balletto di Bronzo – YS; De De Lind – Io non so da dove vengo; Jumbo – Vietato ai minori di 18 anni; Sensations’ Fix – Portable Madness; Latte e Miele – Passio secundum Mattheum; Mauro Pelosi – Al mercato degli uomini piccoli.
Nel “vol. 2″: Locanda delle fate – Forse le lucciole non si amano più; Sensations’ Fix – Finest Finger; Ibis - Ibis; Roberto Cacciapaglia – Sei note in logica; G. Vivaldi/P.Minieri – Carnascialia; Stradaperta – Maida vale.

Il gruppo privilegiato è senz’altro quello dei ricercatissimi “Sensations’ Fix” - con sonorità influenzate dai corrieri cosmici tedeschi e dall’elettronica - che avevano inciso ben tre LP nel solo1974, tra questi “Portable Madness” inserito nel box 1. Nel secondo box c’è invece .”Finest Finger” del 1976 (entrambi gli LP originariamente editi dalla Polydor). Da evidenziare che nessuno dei due ellepi era stato proposto in precedenza in versione cd.

Nella raccolta 2 c’è anche il primo disco, “Maida vale”, del 1979 dei romani Stradaperta; un country-rock mai ripubblicato in versione cd. Altra chicca in cd è “Al mercato degli uomini piccoli” del cantautore Mauro Pelosi (nel vol. 1), veramente da riscoprire con le sue tematiche esistenzialiste che si sovrappongono al tema dell’amore, visto come ancora di salvezza.

Ritornano Balletto di Bronzo, Ibis, Jumbo, Locanda delle Fate, Latte e Miele, De De Lind, Roberto Cacciapaglia, Carnascialia. Di molti di questi dischi anche le versioni cd erano da anni fuori catalogo.

Quindi le “Universal Collection” sono davvero un’occasione unica per procurarsi dei must del progressive italiano. Da sottolineare la rimasterizzazione in digitale di Maurizio Biancani alla Fonoprint di Bologna ed il prezzo ottimo (30 euro a box su Btf.it)

Gaetano Menna