Questo sito contribuisce alla audience di

Wakeman e Fasciano... suggestioni acustiche

Lunedì 26 aprile 2010 si ritrovano sul palco, di un prestigioso teatro romano qual è il Sistina, Rick Wakeman e Mario Fasciano. Si ritrovano, come è avvenuto il 3 ottobre 2009 al Teatro Augusteo di Napoli, in una performance acustica. E proprio per questo ancor più suggestiva. Il concerto è stato rimandato a maggio!


TEATRO SISTINA
26 aprile 2010, ore 21.00

RICK WAKEMAN & MARIO FASCIANO
Concerto Acustico

“DALLE SEI MOGLI
DI ENRICO VIII A FERDINANDO IV”

Musicisti:
Rob Townsend (sax e flauti)
Lee Pomeroy (bass e stick bass)
Sylvia Pagni (fisarmonica)

Introduce
Dario Salvatori

Regia
Fabio Mazzeo

A CAUSA DELLA GRANDE NUBE DI CENERE SPRIGIONATA DAL VULCANO IRLANDESE, I MUSICISTI IMPEGNATI NEL CONCERTO DEL 26 APRILE AL TEATRO SISTINA, SONO BLOCCATI ALL’ESTERO.
VIENE QUINDI RIMANDATO, A DATA DA DESTINARSI, IL CONCERTO ACUSTICO DI RICK WAKEMAN & MARIO FASCIANO “DALLE SEI MOGLI DI ENRICO VIII A FERDINANDO IV”

Lunedì 26 aprile 2010 si ritrovano sul palco, di un prestigioso teatro romano qual è il Sistina, Rick Wakeman e Mario Fasciano. Si ritrovano, come è avvenuto il 3 ottobre 2009 al Teatro Augusteo di Napoli, in una performance acustica. E proprio per questo ancor più suggestiva.

Un connubio affascinante di atmosfere con generi musicali che si intrecciano e si fondono, tra sonorità progressive, villanelle e madrigali, profumi d’antiche gesta, mago Merlino e ed il principe di San Severo…

Londra e Napoli si ritrovano, si uniscono grazie a due grandi artisti : Rick Wakeman e Mario Fasciano. Entrambi hanno avuto una formazione classica negli studi che hanno riportato nelle loro opere, riproponendo nel progressive rock quella ricerca che li ha portati a scoprire le proprie radici ed ad incontrarsi .

Il progetto Wakeman-Fasciano risale a circa 20 anni fa; venne ideato dall’artista napoletano, che aveva iniziato con un altro grande tastierista della scena progressive di quegli anni Keith Emerson ( E.L.P. ). Quindi l’incontro tra i due, con una collaborazione che è proseguita nel tempo.

D’altronde i suoni ”liquidi” e settecenteschi delle tastiere di Rick ben si adeguano alle partiture scritte da Mario che con la batteria e la voce trae dal vecchio prog e dalla tradizione partenopea un nuovo sound.

A Napoli, nel 1989, incidono “Cavalieri neri alla corte di Re Ferdinando IV”, una carrellata storica dalla Napoli del ‘600 ad oggi, dal barocco inglese al ‘700 napoletano.
Un concept album che l’immaginario del musicista campano scrive facendo rivivere personaggi come Ferdinando IV, L’ammiraglio Nelson, la Regina Margherita di Savoia, Fra Diavolo e trovando nell’amico Rick la giusta relazione nei lavori quali “ Six Wives of Henry VIII” e “Myths and Legend of King Arthur and the Knights of the Round Table”.

Il seguito dell’incredibile progetto è il disco, “Stella bianca alla corte di Re Ferdinando”.
“Stella bianca” è il nome con il quale Domenico Rea, scriveva di un’avventura di marinai a Pozzuoli e dal quale Mario Fasciano prese spunto per il disco nel quale la “Stella Bianca” è quella luce che guida gli uomini nella ricerca della giusta direzione nella vita.