Questo sito contribuisce alla audience di

Nel 2011 su cd gli inediti dei Pierrot Lunaire nell'album tributo a Gaio Chiocchio

Saranno ristampati in autunno i due album dei Pierrot Lunaire ("Gudrun" conterrà delle bonus tracks). L'anno prossimo poi l'album-tributo a Chiocchio con i brani del terzo album dei Pierrot Lunaire che non vide mai la luce...

Saranno ristampati su CD in autunno i due album dei Pierrot Lunaire: a ottobre 2010 uscirà “Pierrot Lunaire” del 1974 e a novembre “Gudrun” del 1977, pubblicati e distribuiti da M.P. & Records.

Il primo album della band - composta dal tastierista Arturo Stalteri, dal cantante e chitarrista Gaio Chiocchio e dal chitarrista, bassista e flautista Vincenzo Caporaletti - viene riproposto nella stessa versione delle altre ristampe fatte da M.P. (senza bonus in quanto non ne esistono proprio); “Gudrun” del 1977 - con la cantante Jacqueline Darby e senza Caporaletti - conterrà versioni inedite di “Gudrun” e “Giovane Madre” come bonus track. I booklet delle ristampe dovrebbero essere arricchiti con nuovi interventi e foto.

“Le versioni dei due compact - ci spiega Vannuccio Zanella della casa discografica - saranno ‘normali’ in jewel box; l’edizione digipack precedente e l’edizione paper sleeve preferiamo restino limitate come annunciato all’epoca, altrimenti mi sembrerebbe di truffare i collezionisti”.

Nel 2011 ricorreranno i 15 anni dalla scomparsa di Gaio Chiocchio che, cessata l’esperienza dei Pierrot Lunaire, avviò una attiva carriera di compositore, scrivendo molte canzoni di successo.

La M.P. Records intende ricordare l’artista dedicandogli l’anno prossimo un album-tributo che, tra l’altro, dovrebbe contenere anche i brani incisi per il terzo album dei Pierrot Lunaire. Ci dice Zanella: “Si tratta di pezzi scritti e provinati da Gaio Chiocchio e Arturo Stalteri subito dopo “Gudrun”, quindi ancora di fine anniSettanta”.

La band dei Pierrot Lunaire fu ricomposta da Chiocchio e Caporaletti (senza Stàlteri) a metà degli anni Novanta ed incise dei brani che - ci spiega sempre Vannuccio Zanella - “faranno parte di un’altra….storia che vedrà la luce sempre nel 2011 “.

G. M.