Questo sito contribuisce alla audience di

Delirium, 40 anni in viaggio

Ritornano con un prezioso cofanetto dvd e cd intitolato "Il viaggio continua, la storia 1970-2010", a celebrarne i 40 anni di attività. La storia continua e la band genovese è ancora pienamente in attività come quintetto, con i tre componenti storici Ettore Vigo alle tastiere, Pino Di Santo alla batteria e Martin Grice al flauto e sax. La recensione

DELIRIUM

IL VIAGGIO CONTINUA
LA STORIA 1970-2010

dvd + cd

(Black Widow / Rai Trade, 2010)

Una strada di scorrimento. Un grande cartellone pubblicitario che annuncia un concerto memorabile. Quell’evento si terrà il 13 febbraio 2008 al Teatro Politeama di Genova. Ora due anni dopo, nell’anniversario della band, quella performance rimasta nel cuore di tanti fans genovesi, registrata, rivive in un pregevole cofanetto.

Ritornano i Delirium con un prezioso cofanetto dvd e cd intitolato non a caso “Il viaggio continua, la storia 1970-2010“, a celebrarne i 40 anni di attività. E’ edito da Black Widow in collaborazione con Rai Trade.

Nati sul finire degli anni Sessanta con il nome di Sagittari, i Delirium adottano la denomimazione definitiva con l’ingresso di un giovanissimo Ivano Fossati alla voce, tastiere e flauto traverso, nel 1970.
Eh sì, la storia continua e la band genovese è ancora pienamente in attività come quintetto, con i tre componenti storici Ettore Vigo alle tastiere, Pino Di Santo alla batteria e Martin Grice al flauto e sax a cui si sono uniti Roberto Solinas alle chitarre e voce solista e Fabio Chighini al basso.

A ricordare il passato ed il presente questo cofanetto con il dvd che ripropone un concerto live attuale ed i filmati storici della band degli anni Settanta tratti dagli archivi Rai, per la prima volta pubblicati in dvd. Sette celebri canzoni registrate per la televisione di Stato tra il 1971 ed il 1975, tra cui Jesahel sul palcoscenico del Festival di Sanremo del 1972… e poi i brani registrati per trasmissioni televisive dell’epoca come Amico Flauto, Adesso Musica, Teatro 10 e Speciale Tre Milioni. E poi la canzone Treno che fu la sigla de “Il suo nome per favore”.

Questa è la storia documentate dalle telecamere Rai. Per quanto riguarda il presente c’è la grande emozione di vedere una band che è tornata a suonare a Genova, nel prestigioso Teatro Politeama. Una performance, vissuta tra passato e presente.

I brani di sempre e quelli nuovi. I brani propri e gli omaggi a gruppi ed artisti in “sintonia”, riletti alla Delirium… dai Jethro Tull a Joe Cocker Tra le novità la rilettura di “Theme One”, cavallo di battaglia dei Van Der Graaf Generator in una appassionata rilettura “deliriumizzata”…Oltre al dvd il cd che ripropone la performance genovese in versione audio.

I componenti storici ed i nuovi membri sono un gruppo affiatato. Solinas, chitarrista di esperienza rock è un valido vocalist con un timbro che si adatta perfettamente alle canzoni dei Delirium.

Suoni grintosi e immaginifici ma anche inserimenti neoclassici (grazie alla presenza di un quartetto d’archi al femminile) e melodie pop. Con gli impasti vocali dei cinque musicisti, con le tastiere inconfondibili di Vigo, il drumming potente di Di Santo, il flauto ed il sax vertiginosi di Grice… per una band che ricorda come abbia avute molte affinità con gli inglesi Jethro Tull e Van Der Graaf Generator, ma anche un suo stile. Con canzoni come Jesahel che sono nella memoria storica di tutti noi.

E la storia continua…

Gaetano Menna