Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Le canzoni-autoscatto di Leonora

    La cantautrice romana incide "Electronic ballads", un album introspettivo, riflessivo, intimistico , di grande atmosfera. I testi dei brani esprimono i pensieri, le preghiere, i respiri, i silenzi, le parole dentro. Produttore del disco è Marco Olivotto conosciuto dai fans dei VDGG. La recensione

  • La bizzarra foglia caduta di Andrea Vercesi

    Al nuovo lavoro solista dell'artista pavese, “Mad Fallen Leaf”, hanno collaborato alcuni membri storici dei Jethro Tull. Il sound è senz'altro figlio dei JT e del folk progressive inglese, ma si pone in evidenza per l’originalità. Emergono un suono incantato (magicamente sospeso, intriso di passione acustica), ed una vocalità avvolgente. La recensione

  • Gli Algebra raccontano il volo del gabbiano

    Il nuovo disco degli Algebra di Mario Giammetti si intitola “JL” ed è un concept album liberamente ispirato al romanzo di Richard Bach “Il gabbiano Jonathan Livingston”. Ha la sua forza nella varietà, in un polivalente approccio. Va apprezzato per la coralità, è costruito su un percorso narrativo e si attiene ad esso con le doti della concretezza e dell'incisività sintetizzate in ben 20 brani. La recensione

  • Max Meazza & Pueblo sono sempre on the road

    I Pueblo a metà degli anni Settanta incisero hit in stile West Coast. La band guidata da Max Meazza pubblica ora il cd “Race against destiny”… è attratta dall’America dei lunghi tragitti con le classic cars statunitensi, dei lunghi nastri d’asfalto nel nulla, dove è possibile compiere la propria “gara contro il destino”. La recensione