Questo sito contribuisce alla audience di

C.C.C.P.

Cos'è che ha reso diversa dalle altre, estremamente innovativa e decisamente interessante questa Band?

I C.C.C.P. sono stati un grande gruppo, sicuramente insieme ai Litfiba rappresentavano le migliori band italiane della seconda metà degli anni ‘80.
Ciò che li distingueva era, da un lato l’energia musicale che sapevano creare, dall’altro l’impatto scenico.

Oltre a G.L. Ferretti ed a Massimo Zamboni, la line-up della Band comprendeva, dopo gli inizi con Umberto Negri, quell’Ignazio Orlando che non era semplicemente un bassista precisissimo nell’esecuzione, ma un polistrumentista che suonava il piano, le tastiere e che ordinava la drum machine. Un pò la mente esecutiva del gruppo.

Oltre a questo c’erano due coreografi ad animare le esibizioni dal vivo: Fatur, l’Artista Del Popolo, lo spogliarellista trash. E Annarella, la Benemerita Soubrette del Popolo, che dichiarando “questa la terapia, questo il menù” elencava la scaletta dei brani dando così il via ai concerti.

Questo furono i C.C.C.P. che iniziarono a farsi conoscere ai più con l’album “Affinità-Divergenze tra il compagno Togliatti e noi del conseguimento della maggiore età” (1985) e che raggiunsero la meritata fama con il seguente “Socialismo e barbarie” (1987), sotto etichetta Virgin. Poi la parabola iniziò a discendere.

Un lavoro dalle sonorità alquanto inaspettate per i C.C.C.P. fu, nel 1989, “Epica Etica Etnica Pathos”, realizzato insieme agli ex-Litfiba Gianni Maroccolo (basso), Francesco Magnelli (tastiere) e Ringo de Palma (batteria), con una band cioè dal volto decisamente cambiato. Da qui a qualche mese si conclude l’esperienza dei C.C.C.P., ma parlare di scioglimento della Band è forse improprio.

Era il 1989, cadeva il muro di Berlino e con esso l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (U.S.S.R. o che scriver si voglia, C.C.C.P.). E nasceva la Confederazione di Stati Indipendenti (C.S.I.).

Su questo cambio di sigla, ma con gli stessi musicisti che nell’89 avevano inciso “Epica Etica Etnica Pathos” - tranne il povero Ringo De Palma che nel frattempo era prematuramente scomparso - si rifondava la Band.
Continua…

Torna all’inizio

Ultimi interventi

Vedi tutti