Questo sito contribuisce alla audience di

Animals, un ruggito dall'alba del Rock.

Gli Animals, la storica band inglese che, guidata dalla voce di Eric Burdon, ha dato inizio ad una delle fasi più energiche e più vere del Rock degli anni a seguire.

Con il 1966, il percorso della Band, il suo momento “aureo”, potrebbe anche considerarsi concluso.

Verso la fine del ‘66 il gruppo “sbanda”: Alan Price si mette in proprio, senza troppa fortuna; Chas Chandler va a fare il produttore, scoprendo e accompagnando nel suo grande cammino nientemeno che Jimi Hendrix; Burdon se ne vola negli USA, dove metterà su i New Animals.

La nuova formazione di Eric Burdon produrrà, tra il ‘67 e il ‘69, una serie di album notevoli: Eric Is Here, Winds Of Change, Twain Shall Meet, Everyone Of Us, San Franciscan Nights, Monterey e il doppio Love Is.

In questo periodo Burdon canta le cronache di quei giorni e cerca, trovandole, nuove sintesi sonore. LSD, psichedelìa e Love&Peace: la fantasia è accesa e liberata dall’aver oltrepassato quelle “doors of perception” che Jim Morrison, riprendendo quel geniale precursore del romanticismo inglese che fu William Blake, aveva elevato a manifesto di un epoca particolarmente significativa della storia della cultura occidentale.

Nel 1977 c’è la reunion, con l’album Before We Were So Rudely Interrupted, ed il gruppo che sentiremo all’Auditorium FLOG praticamente nasce qua.

Ma per Burdon il giocattolo non offre più gli stimoli di un tempo (forse ha persino poco senso una tale ricerca).

E così, per Lui, anche quest’esperienza volge al termine e preferisce tornare a suonare in formazioni nate da collaborazioni con i vari Robby Krieger (chitarra, ex-Doors), Brian Auger (tastiere) ed altri.

Torna all’inizio

Ultimi interventi

Vedi tutti