Questo sito contribuisce alla audience di

Riparte dall'Italia la nuova avventura di Elisabeth White

Bella, brava, determinata. Questi tre semplici aggettivi riescono solo in parte a fornire una prima descrizione di ELISABETH WHITE.

In effetti di questa cantautrice dalle origini per metà americane e per metà australiane si potrebbe parlare a lungo, soprattutto riguardo alla sua carriera artistica avviata in tenerissima età (a 5 anni già debuttava con un disco, a 10 recitava come interprete in numerosi musicals) e proseguita sulla trama di una progressiva maturazione (a 13 anni la composizione dei suoi primi brani, a 18 la partecipazione come cantante in “Jesus Christ Superstar” a New York).
Dopo l’arrivo in Europa, l’incontro con il manager dei Gotthard, prestigiosa rock band elvetica, dà inizio ad un connubio molto proficuo.
In Svizzera Elisabeth White realizza il suo primo album “Maybe God’s A Woman Too” e subito si segnala all’attenzione ed al gradimento di molti. Basti pensare che il disco vende diverse migliaia di copie non solamente nel Paese d’origine ma anche in Francia, Germania e Sud Africa.
Il giudizio della critica è positivo sebbene venga fatto notare che lo stile delle tracce è troppo eterogeneo e quindi Elisabeth si mette al lavoro per realizzare un prodotto dotato di caratteristiche più lineari.
Con queste premesse nasce il nuovo album “Come To Me”, 14 tracce che profumano di un genuino rock a stelle e strisce con l’arricchimento di qualche fragranza pop europea.
Ascoltando il disco, spaziando tra ballate classiche, lenti struggenti e sporadiche impennate rock, non si può fare a meno di associare Elisabeth White a famosissime cantautrici d’oltreoceano pur riconoscendole un’autonomia di stile che emerge dalla sua lunga esperienza in campo musicale a cavallo fra differenti continenti, ambienti e culture.
Per la cronaca, va segnalato che tra i brani presenti nel CD figura “Thank You My Child”, una canzone dedicata all’infanzia che la catena Mc Donald’s ha deciso di pubblicare e distribuire nei fast food svizzeri a sostegno della propria fondazione benefica.
Dal singolo “Wherever You Go” è stato invece realizzato un video in cui l’immediata piacevolezza del brano si coniuga alle più innovative tecniche elettroniche. Le immagini della clip sono state infatti create con un sistema esclusivo (utilizzato per la prima volta) che crea speciali effetti virtuali.
L’album “Come To Me” ed il video del relativo singolo vengono distribuiti in anteprima in Italia, prima di decollare a livello internazionale, anche per un motivo legato alla comunicazione.
Elisabeth White, che, come già detto, è brava ma anche bella, è stata scelta come testimonial della campagna pubblicitaria di una nota casa di tecnologie informatiche che ha diffuso l’immagine dell’artista su numerose riviste.
Per colpire nel cuore il bersaglio del successo questa straordinaria cantautrice dispone dunque di diverse frecce al proprio arco e SELF DISTRIBUZIONE, leader fra i distributori discografici indipendenti italiani, non si è lasciata sfuggire l’onore di patrocinare l’ingresso di ELISABETH WHITE nel territorio artistico del nostro Paese.

——————————————————

Comunicato stampa SELF DISTRIBUZIONE

Ultimi interventi

Vedi tutti