Questo sito contribuisce alla audience di

The Sneakers: tributo ai Depeche Mode

e a seguire…SUPEROCK – Rock the night: rock – ska – glam – 60’s – 70’s – 80’s – numetal – punk – goth – industrial – E.B.M. & more Dj Zulu, Max666 & Glaze

Secondo appuntamento al Barrumba con una delle serate culto dell’ hard rock a Torino: Superock con i suoi djs Max666 e Glaze!

Ogni venerdì i cultori delle sonorità più dure e tenebrose avranno come punto d’incontro il Barrumba, che per l’occasione si rinnova e si divide in due. Nella sala principale si alternano ai piatti dj Zulu, resident del venerdì rock del Barrumba già da qualche mese, e i djs storici di Superock Max 666 e Glaze, mentre nella sala piccola (il privè del Barrumba) tiene banco la musica E.B.M. proposta dai migliori djs e selecter del genere.

Il secondo appuntamento con Superock vedrà protagonisti venerdì 14 gennaio alle ore 21,30 gli Sneakers, band appassionata del sound anni ’80 che ormai da quasi dieci anni propone le cover dei migliori pezzi prodotti dagli artisti culto di quel periodo. Per la serata al Barrumba gli Sneakers dedicheranno le loro energie esclusivamente ai Depeche Mode, proponendo i pezzi migliori composti negli anni da Dave Gahan e soci.
Gli Sneakers nascono a Torino nel 1995 dalla volontà del tastierista Enrico De Stefani e del batterista Mauro Campioni. Si aggiunge subito dopo il cantante Giubbe e, in fasi alterne arrivano a completare la formazione il bassista Ivan Principato e il chitarrista Jena. La filosofia del gruppo è quella di far rivivere gli anni ‘80 che, a detta di alcuni sono stati gli ultimi anni dove musicalmente sono state sperimentate nuove sonorità, grazie soprattutto all’avvento in maniera decisa dell’elettronica.

Sono così nati gruppi come Depeche Mode, Duran Duran, Tears for Fears solo per citarne alcuni, che hanno lasciato un segno indelebile nella scena musicale internazionale. A fianco a gruppi più commerciali come quelli citati, sono nate inoltre formazioni considerate più “oscure” come Cure, Sister of Mercy, Mission, Siouxie, ecc. Dall’insieme di questi stili nasce l’idea degli Sneakers di suddividere il proprio repertorio in tre spettacoli differenti, ma nello stesso tempo legati tra loro proprio dallo stesso periodo di nascita. Infatti propongono un tributo ai Cure spaziando dalle prime hit del gruppo fino alle più recenti (ma non troppo!) From the edge of the deep green sea e Friday I’m in love per circa due ore di esibizione. Il secondo è un tributo ai Depeche Mode di cui, come per i Cure, viene proposto un repertorio che rappresenta in maniera significativa la carriera del gruppo dove l’elettronica è elemento fondamentale: infatti per questo progetto si è aggiunto al gruppo un secondo tastierista, Marco Caliandro (ora diventato membro effettivo della band), per poter dare alle esibizioni live una sonorità ancora più fedele all’originale. Ultimo spettacolo proposto dagli Sneakers è un concerto dedicato agli anni ‘80 in generale con brani di Talk Talk, Tears for Fears, Spandau Ballet, Simple Minds, Smiths ed altri, nonché qualcosa di più commerciale che negli ‘80 è stato più una “toccata e fuga” come Dead or Alive, King, Twins e molti altri. Nel corso di questi anni gli Sneakers si sono esibiti in molti locali non solo nel torinese ma anche nel resto del Piemonte creando un punto di riferimento per chi ha amato ed ama ancora gli anni ‘80.
Ingresso: 6 euro. Consumazione: bevi tre paghi due!

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati