Questo sito contribuisce alla audience di

“CALL ME CRAZY” valica le ALPI

Le VERTIGINI con questo singolo tentano l’approdo in SVEZIA

Call me crazy” il primo singolo, delle Vertigini dall’omonimo album, è un grido arrabbiato che nasce dalla volontà di essere sempre se stessi, senza cedere a compromessi. “Chiamami pure pazza, ma lasciami fare i miei errori”, è il leitmotiv dell’album di esordio di queste quattro ragazze, che vogliono avere la possibilità di esprimere se stesse.

La band piena di grinta e consapevole della forza del proprio progetto non ha voluto fermarsi solo al mercato italiano e grazie a Myspace.com, con il singolo “Call me crazy”, ha suscitato interesse anche oltralpe: l’etichetta svedese indipendente Dead Frog Records (www.deadfrogrecords.com) nella figura del suo A&R Peter Astedt si è interessata alle ragazze chiedendo loro di distribuire e promuovere il singolo in altri paesi europei e nel nord america. L’etichetta inoltre, per quanto riguarda i live, ha voluto legare il progetto Vertigini ai JEREMIHA, una band rock electro glam, a metà strada tra i Depeche Mode e gli Ark. Vedremo quindi Vertigini e Jeremiha spalleggiarsi in un tour italo-svedese nei prossimi mesi.

BIOGRAFIA

Tre quarti di Rock urbano, un quarto di Blues e una buona dose di melodie Pop danno vita a questa energica “all female band”: Zoe Vincenti alla voce, Caterina Barbieri al basso, Eleonora Claps alla batteria e Alessia Castelli alla chitarra.

Le quattro “cattive” ragazze trascorrono i primi mesi insieme costantemente alla ricerca del proprio stile. Inizialmente la band decide di organizzare dei veri e propri tour autogestiti nelle capitali europee, per arricchire la loro esperienza di musiciste e per affrontare poi il pubblico italiano con più determinazione e motivazione.

Nel 2002 entra a far parte della band Alessia e le ragazze raggiungono così l’intesa necessaria per dar vita allo stile Vertigini.

La band inizia così a sperimentare nuove sinergie con diversi arrangiatori e produttori, a scrivere nuovi brani in inglese e ad incrementare le performance live.

Grazie a tutti questi sforzi, Clearchannel Italia contatta le ragazze a si propone di organizzare il loro prossimo tour, che durerà un anno nei club italiani più rinomati. Inoltre le Vertigini presenziano ad alcuni dei piu’ importanti festival italiani come l’ArezzoWave Love Festival e la finale dell’ I-Tim tour italiano. La band viene inoltre scelta nel 2003 per aprire le date italiane del tour degli Stereophonics.

Nel 2005, una serie di incontri fortunati porta le Vertigini negli studi dell’Alari Park e le avvicina al team con cui realizzeranno il loro primo album.

La preparazione di “Call Me Crazy” dura circa 6 mesi: la band migliora notevolmente e il banco mixer dell’Alari Park, un tempo proprietà di David Gilmour, conferisce ai pezzi un suono più compatto e denso. Il risultato è un’intrigante miscela di melodie tese, a volte dolci e malinconiche, e un sound vivace, caldo, coinvolgente..

Nel 2006 esce “Call Me Crazy” su etichetta Urban Solo e con distribuzione Self.

Attualmente le Vertigini sono in Tour in collaborazione con l’agenzia BloomOut .

Ultimi interventi

Vedi tutti