Questo sito contribuisce alla audience di

"Il Paese Dei Campanelli"...

...al Teatro del Vittoriale mercoledì 9 Agosto

“IL PAESE DEI CAMPANELLI” AL TEATRO DEL VITTORIALE

MERCOLEDI 9 AGOSTO

Con “Il Paese dei Campanelli”, di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, continua l’operetta al Teatro del Vittoriale; mercoledì 9 agosto alle ore 21.15, sarà nuovamente di scena la Compagnia di Corrado Abbati con un nuovo e divertente spettacolo. Dopo “Il Conte di Lussemburgo” che ha meritato lunghi applausi e grandi consensi venerdì 4 agosto, c’è grande attesa per il ritorno al Teatro del Vittoriale di una tra le più famose ed apprezzate operette:

“Luna tu non sai dirmi perché? Luna tu non sai dirmi cos’è?”. Così si canta ne Il Paese dei Campanelli.

Scritta e musicata dalla mitica coppia Lombardo - Ranzato, questa operetta andò in scena il 23 novembre del 1923 al Teatro Lirico di Milano. Già il giorno dopo la prima rappresentazione, mezza città fischiettava i motivi più indovinati. Ancora oggi sono in tanti a conoscere, e magari fischiettare, l’arcifamoso “Fox della Luna”, motivo che, come l’intera operetta, gode di una lunga giovinezza.

Il Paese dei Campanelli è veramente un’operetta “senza tempo”, sia per la sua ambientazione, in un’Olanda da favola, sia per il consenso che continua a guadagnare. E per rinverdire questo successo, che non conosce cedimenti nel favore col quale il pubblico accorre a vedere questa operetta. Il nuovo allestimento firmato da Corrado Abbati nasce dalla volontà di presentare uno spettacolo con una cornice lussuosa e di buon gusto: grande cura e attenzione dunque per questa operetta che si avvale dell’allestimento del Teatro Verdi di Trieste e nel quale Abbati senza esitazioni ha condito l’esotismo della lune romantiche e dei fiori che parlano al cuore, con una narrazione snella, dando ampio respiro ai numerosi pezzi d’assieme e ai quadri musicali, individuando nella storia un percorso a volte nuovo ma capace di assicurare un buon ritmo alla pièce. Un’ edizione dove lo sfarzo della messa in scena e la gustosità comica della vicenda fanno a gara con la bellezza dello spartito che unisce graziosi duetti (Balla la giava, Fox della luna) e brani lirici squisiti (Il duetto del ricamo, Io vorrei che il mio sogno divin) presentando finezze ed intuizioni melodiche notevoli, con tratti di simpatica sentimentalità.

Per informazioni, prenotazioni e acquisto biglietti la biglietteria del Teatro del Vittoriale sarà aperta dalle ore 11,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 20,00. Il giorno dello spettacolo sarà aperta ininterrottamente dalle ore 16,00 fino alle 21,15.

Info-line tel. 0365.296506 / 0365.296519

Le categorie della guida