Questo sito contribuisce alla audience di

Oblivion Show: gli artisti più cliccati del web in scena

Un circo volante in cui si alternano blob di canzoni, cantautori italiani riarrangiati a colpi di cazzotti, un reality show dove i personaggi sono ostaggio dei terroristi, le avventure di Rato l’Immigrato e la fenomenale riduzione musicale de I Promessi Sposi in 10 minuti, vero e proprio filmato cult della rete. Un’ora e un quarto di pura follia, acrobazie musicali, risate... Non adatto ai deboli di cuore.

Dall’ 11 giugno, ore 21.15
Teatro Franco Parenti, Via Pier Lombardo, 14. Milano.
Biglietti 20,00 euro – Ridotti Under 25 e Over 60 15,00 euro
Info: 02 59995206

150 mila contatti in 2 mesi, 750 commenti solo su Youtube, migliaia di link e commenti su Facebook e su tutti i blog della rete: cifre che parlano chiaro e raccontano il successo virtuale degli Oblivion, il gruppo cabarettistico bolognese che finora ha utilizzato il web per promuovere le proprie attività.
Internet, quindi, si materializza e diventa realtà: due teatri prestigiosi come il Teatro Ciak Webank.it e il Teatro Franco Parenti decidono di azzardare l’avventura e programmare un mese di repliche del gruppo per tutto il mese di giugno, a dimostrazione di quanto si creda nel progetto.
“Oblivion Show” sarà un greatest hits di brani tratti dal dvd “Di Palo in Sesto” nel quale i 5 artisti bolognesi raccontano in 70 minuti (e con diverse tecniche) vari momenti della cultura italiana. “Oblivion Show” sarà soprattutto uno spettacolo di cabaret nella sua accezione più tradizionale, che si ispira ai classici come I Gufi o Il Quartetto Cetra, ma con un occhio sempre puntato alla modernità, all’attualità e in particolar modo alla parodia.
Alcuni dei brani di questo originale gruppo hanno dominato Internet “impallando” i server di tutta Italia. Migliaia di utenti attendono sempre bramosi la pubblicazione di nuovi estratti dal dvd “Da Palo in Sesto” e ogni volta è successo di cifre, di persone collegate, di contatti avvenuti e di commenti lasciati.
Regna incontrastato il record de “I Promessi Sposi in 10 minuti”, parodia-compendio del celebre romanzo manzoniano, diventata in breve tempo un cult fra i più cliccati nel mondo virtuale di You Tube (10 mila visite in solo due settimane).

GLI OBLIVION

Sono Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli. Vengono tutti da esperienze diverse: c’è un mimo-sputafuoco, una urlatrice emiliana, un musicista medievale, un norcino umbro, una ballerina di tip tap… volendo potrebbero aprire un circo.
Si incontrano diversi anni fa all’Accademia di Musical di Bologna e nasce la scintilla. Il Musical infatti è ciò che li accomuna, è un bagaglio importante nella loro formazione e una parte rilevante della loro carriera individuale.
Negli ultimi anni infatti, sono stati protagonisti di importanti produzioni nazionali come Tutti insieme appassionatamente, Grease, Rent, Joseph e la strabiliante tunica dei sogni in Technicolor, Company, Jesus Christ Superstar, Jekyll and Hyde.
Ma il loro progetto va avanti da 6 anni e nel lavoro insieme frequentano una palestra di tutto rispetto, con maestri (virtuali!) quali il Quartetto Cetra, Rodolfo De Angelis, Giorgio Gaber, ma anche i Monty Python e, ancora una volta, il Musical americano.
Quello che ne risulta è una sperimentazione genetica che fonde il “sound” delle voci armonizzate dei Cetra con la parodia e il grottesco dei Monty Python.

Musiche: Lorenzo Scuda
Testi: Davide Calabrese e Lorenzo Scuda
Costumi: Ivette
Scenografie: Bi-pack

Foto dallo spettacolo
Foto dallo spettacolo Foto dallo spettacolo Foto dallo spettacolo

Le categorie della guida

Link correlati